Basket, fratelli contro nel derby: il Campetto Ancona cede il passo alla Robur Falconara

E' derby nel derby quello tra gli anconetani e i falconaresi, dove il parquet dorico vede contro i fratelli Ruini, uno di fronte all'altro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Il Campetto cede alla Robur Falconara per 56-66. Nel derby del derby, con i fratelli Ruini uno di fronte all'altro, le tigri bianconere subiscono un'altra battuta d'arresto dopo quella del derby contro la Stamura. Una sconfitta maturata nell'ultima frazione, dopo un avvio quasi perfetto per i ragazzi di "Fish" che purtroppo sono mancati nelle battute finali del match. Uno stop che lascia l'amaro in bocca ma bisogna subito guardare oltre. Sabato si ritorna sul parquet contro la Pallacanestro Pedaso e pertanto sarà possibile cercare l'immediato riscatto. Il Campetto scende in campo subito con il piglio giusto. Aggressivo in difesa, chirurgico in attacco, i ragazzi di ''Fish'' non lasciamo scampo ai grilli e piazzano un break di 14-3 dopo quattro minuti di gioco. La Robur Falconara tenta una timida reazione ma le tigri bianconere continuano a spingere sull'acceleratore, pero' nelle ultime battute subiscono il rientro degli ospiti che chiudono sul 22-19. Nel secondo quarto si viaggia sul binario dell'equilibrio. Fabio Ruini impatta sul 24-24 a 7'33'' da giocare ma le tigri bianconere riescono a trovare un discreto margine con il libero di Ciarallo che dà il +7, 33-26 a 4'22'', e riescono a chiudere sul 38-34. Alla ripresa delle ostilita' la compagine di coach Reggiani parte subito forte e con la tripla di Fabio Ruini si porta avanti sul 43-46 a meta' frazione. Le due squadre si tallonano ma Redolf dall'arco dei 6,25 sigla il contro sorpasso a 2'50'' dal termine, 51-50. Gli ospiti non mollano e si chiude in parita' anche a fine del periodo, 52-52. Dopo tre minuti senza canestri l'ex Oprandi piazza il canestro del nuovo sorpasso ospite, 52-54, seguito a ruota da Fabio Ruini, il migliore tra i suoi, che mette la tripla del 52-57 a 6'50'' da giocare. Le tigri bianconere rispondono ma Cardellini piazza un'altra tripla pesante, 54-60 a 4'56'' dal termine, e i grilli prendono in mano il match con un super Fabio Ruini. Finisce con un epilogo amaro per il Campetto che chiude sul 56-66.

«Siamo partiti molto bene, - commenta a fine gara coach Alessandro Del Pesce - poi Falconara, nel corso della gara, ha preso le giuste contromisure e abbiamo faticato un pò in attacco. Nell'ultimo quarto, in particolare, abbiamo realizzato pochi canestri, visto anche il gioco fisico permesso dagli arbitri da ambo le parti, e abbiamo sbagliato alcuni tiri aperti che sono stati alla lunga decisivi. Questi errori ci hanno tolto anche un pò di fiducia. Adesso non c'è molto tempo perchè già sabato torniamo sul parquet, - conclude l'allenatore bianconero - purtroppo fisicamente non siamo al top ma cercheremo di essere pronti per la sfida contro Pedaso».

CAMPETTO ANCONA - ROBUR FALCONARA 56-66 (22-19; 16-15; 14-18; 4-14)
CAMPETTO: Strappato 1, Ruini 2, Bartolucci, Novelli 5, Baldoni 19, David 8, Cuccoli, Carsetti Ne, Di Felice ne, Redolf 15, Ciarallo 6, Principi All. Del Pesce
ROBUR: Giorgini 4, Oprandi 8, Norato ne, Ruini 28, Cardellini 9, Catalani 6, Pierucci ne, Battagli 4, Loretani ne, Pretto ne, Alessandroni 5, Calegari 2 All. Reggiani
Arbitri: Mattia Forconi di Tolentino (MC) e Paolo Ammendola di Ancona.

Matteo Valeri Ufficio Stampa G.S. Il Campetto Basket Ancona

Torna su
AnconaToday è in caricamento