Anconitana, pasticcio tesseramenti: tre mesi di inibizione al presidente Marconi

La Procura Federale si è espressa sul caso del viceallenatore Bocchino

Stefano Marconi, presidente dell'Anconitana

Il viceallenatore era anche dirigente: un doppio ruolo incompatibile, secondo le norme federali. Per questo l’Anconitana è stata sanzionata: 400 euro di ammenda alla società (a titolo di responsabilità diretta ed oggettiva), 3 mesi e 10 giorni di inibizione al presidente Stefano Marconi e 2 mesi di inibizione al team manager Damiano Morra. E’ il provvedimento preso dalla Procura Federale in seguito all’udienza del Tribunale federale territoriale dopo che, in occasione della gara Mondolfo-Anconitana del 23 settembre 2018, è emersa l’irregolarità della posizione di Luca Bocchino, di fatto vice dell’allenatore Francesco Nocera e dirigente, peraltro coinvolto nei furibondi tafferugli scoppiati l'8 giugno scorso in Pietralacroce-Real Fefo, finale del campionato regionale Amatori. 

Il presidente Stefano Marconi è stato punito «per avere, nella stagione sportiva 2018/2019, permesso e consentito a Bocchino Luca, tecnico abilitato con la qualifica di allenatore di base, di svolgere attività dirigenziale a favore dell’U.S. Anconitana Asd mediante il suo inserimento quale dirigente nell’organigramma societario, in assenza della necessaria istanza di sospensione dall’Albo del Settore Tecnico, attesa la sua qualifica abilitativa, nonché per avere permesso allo stesso di svolgere, di fatto, attività tecnica quale allenatore in seconda della prima squadra, il tutto in mancanza di alcun tesseramento di tale qualità». Punito anche il dirigente Damiano Morra «per avere sottoscritto la distinta della gara Mondolfo Calcio-Anconitana del 23 settembre 2018, in cui non veniva inserito il nominativo di Bocchino Luca, pur permettendo allo stesso, nella sua qualità di rappresentante ad ogni effetto della società nel corso della gara, di fare ingresso nel terreno di gioco per posizionarsi in panchina durante l’incontro». 

Bocchino era stato allontanato dall'Anconitana nel marzo scorso, a campionato non ancora concluso. E' finita poi anche l'avventura in biancorosso del tecnico Francesco Nocera, nonostante la promozione in Eccellenza: la società proprio nei giorni scorsi ha affidato la panchina a Davide Ciampelli, ex Jesina. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

Torna su
AnconaToday è in caricamento