Lori e Mastronunzio, fine di un amore: l'Anconitana prende Ambrosini e Borghetti

Si chiude un pezzo di storia: la Vipera lascia, non senza polemiche, dopo 109 gol, il portiere dopo 159 partite

Lori e Mastronunzio si separano dall'Anconitana

A quasi tre mesi dalla fine del campionato, arriva la sentenza: Salvatore Mastronunzio e Gianclaudio Lori non faranno più parte dell’Anconitana. La notizia era nell’aria da tempo, ma ora è ufficiale. Sono pezzi di storia biancorossa che se ne vanno, bandiere che vengono improvvisamente ammainate per far spazio a un nuovo progetto tecnico. 

Capitolo chiuso

Non sono state separazioni serene, almeno quella con l’ormai ex capitano che alla soglia dei 40 anni si sente ancora un ragazzino (d’altronde, ha segnato 51 gol nelle ultime due stagioni). Si narra di una telefonata al vetriolo con il dg Matteo Bartoloni che voleva fissare un appuntamento per spiegargli che non rientra nei piani tecnici e proporgli un ruolo nel settore giovanile. Mastronunzio ha risposto picche perché vuole continuare a giocare. Così il capitolo è chiuso: l’attaccante lascia Ancona dopo 5 stagioni e 109 gol. Stesso destino per Lori, ma con una spiegazione tattica in più: anche in Eccellenza vige la regola dei due under obbligatori sempre in campo, così la società ha deciso di orientarsi su un giovane tra i pali e ha scelto Andrea Battistini, classe 2000, l’anno scorso titolare in D a Santarcangelo. Lori, che a 24 anni si trova di nuovo senza squadra, chiude in modo doloroso il suo percorso in biancorosso, dopo 159 partite spalmate in 4 stagioni. Due anni fa aveva accettato, proprio come Mastronunzio, di rimettersi in gioco in Prima Categoria, scendendo dalla serie C. A sostegno della Vipera e del portiere si erano schierati gli ultras che giorni fa avevano tappezzato la città di striscioni, chiedendo rispetto per le due "bandiere". 

Preso Borghetti, torna Ambrosini 

Se per la porta l’Anconitana ha scelto un giovane, per rimpiazzare Mastronunzio è andata sul sicuro. E’ un gram colpo il ritorno in biancorosso di Alex Ambrosini, 33 anni nel prossimo ottobre, nella passata stagione 18 gol col Forlì in D. Aveva indossato la maglia della vecchia Ancona, sempre in D, per una stagione e mezza dal 2011 al dicembre 2012 (22 reti in 41 presenze), prima di giocare con Teramo (in C2), Maceratese, Matelica, Civitanovese, Fano, Imolese e Rimini. E intanto, oggi l’Anconitana presenterà un altro acquisto: Pierluigi Borghetti, 35enne difensore centrale di grandissima esperienza, oltre 300 partite in carriera e più di 160 in C con Lumezzane, Crotone, Ternana, Perugia e Catanzaro, senza contare le due stagioni in B sempre a Crotone (42 gettoni e un gol). Ha già vinto due volte l’Eccellenza con la Sambenedettese (2013/14) e l’anno scorso a Tolentino. Se non c’è due senza tre... 

Guarda lo sport live e on-demand su DAZN
Comincia il tuo mese GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Bagno dopo pranzo e rischio congestione, facciamo chiarezza con una tabella

  • Caldo, è il giorno di fuoco: i consigli dei farmacisti per superare l'emergenza

  • "Viagra naturale" e fonte di vitamine, ma il peperoncino può anche far male

  • Concorso Polizia Municipale, parte il corso di preparazione con prove simulate

I più letti della settimana

  • Riviera devastata e stabilimento in ginocchio: la spiaggia che non esiste più

  • Ancona sommersa: allagati negozi e abitazioni, traghetto perde gli ormeggi

  • Bomba d'acqua. Tombini saltati, alberi caduti sulle strade e allagamenti: è il caos

  • Malore in galleria, sbanda e si schianta contro un'altra auto: atterra l'eliambulanza

  • «Aiuto mi hanno violentata», choc al Passetto: soccorsa ragazza in lacrime

  • Numana post apocalittica, stabilimenti in ginocchio: «40 anni di lavoro buttati»

Torna su
AnconaToday è in caricamento