Zaldua si prende l’Anconitana e caccia la sfortuna: Loreto ko nel segno di Lollo

Pazza partita allo stadio Del Conero

Foto di repertorio

Fino al 75’ l’Anconitana attaccava e il Loreto vinceva, poi Ezequiel Zaldua ha deciso che non poteva finire così e in un minuto e mezzo ha siglato la doppietta personale con cui ha cancellato l’autogol di Colombaretti dalla mente dei tifosi. La partita, finita con un rocambolesco 2-1, si è giocata anche nel segno di Lorenzo Farinelli, il giovane medico e attore anconetano che sta lottando contro il linfoma non-Hodgkin. I supporters della curva nord infatti hanno raccolto fondi durante l’intervallo del match per contribuire alla causa di Lollo. Al Del Conero però c’è stato anche spazio per un omaggio: Il presidente Stefano Marconi nel pre partita ha premiato Gianclaudio Lori per le sue 150 partite in maglia biancorossa. 

La partita

Da una parte tre gol dell’Anconitana annullati in un quarto d’ora conditi da un palo e una traversa. Dall’altra poche sortite in attacco del Loreto ma è bastata la prima a far gioire gli ospiti. Al 10’ Colombaretti ha controllato male un traversone degli avversari rovinando la festa a Gianclaudio Lori. L’Anconitana ha spinto nell’area avversaria per gran parte del primo parziale, ma la porta è rimasta stregata soprattutto per Ruibal, autore dei tre gol annullati fra posizioni irregolari, un controllo di mano e le prodezze di Palmieri. L’urlo di gioia dei dorici è stato strozzato anche dalla bandierina del guardalinee, sventolata decisamente senza sconti. Spagna è stata la spina del fianco per la difesa anconetana riuscendo a saltare l’uomo nelle ripartenze. Il primo tempo si è chiuso con la curiosa espulsione di Mandorino: dopo un contatto di gioco tra Spagna e Mercurio l’ex biancorosso si è alzato dalla panchina per protestare rimediando il rosso diretto. La sfortuna per l’Anconitana torna a materializzarsi al 65’ con il palo di Piergallini che si stampa sul palo e Ruibal che nella ribattuta ha spedito la palla in orbita. Al 75’ Zaldua ha deciso che le cose dovevano andare diversamente. Prima ha concretizzato un cross di Zagaglia per ristabilire la parità e poi, senza dare alla tribuna il tempo di festeggiare, si è ripetuto battendo in rete l’assist di Mastronunzio. 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Operazione scuole sicure, ad Ancona più di 44mila euro: «La droga è un'emergenza»

  • Cronaca

    Finì in carcere per spaccio, ma quella non era droga: avvocati pronti a chiedere risarcimento

  • Cronaca

    La fidanzata lo lascia, tenta di irrompere in casa e picchia il compagno dell'amica di lei

  • Incidenti stradali

    Prima il morso dell'animale, poi è stato il caos in A14: conducente investito e cane travolto

I più letti della settimana

  • Gigantesco incendio divora l'azienda, nube alta decine di metri

  • Esce da casa e svanisce nel nulla, ritrovato morto nella notte

  • «Fatti gli affari tuoi, sono un carabiniere», ma non è vero e lo dice alla persona sbagliata

  • Choc tra i passanti, donna trovata morta su una panchina

  • Tontarelli, milioni di euro in fumo: serie di sequestri per arrivare alla verità

  • Accerchiata e presa a manganellate, rapina in pieno centro

Torna su
AnconaToday è in caricamento