Il derby più atteso, vale una stagione: l'Anconitana nel bunker del Castelfidardo

Pubblico delle grandi occasioni per lo scontro al vertice che mette in palio punti pesanti per la serie D. Aggiornamenti sulla prevendita e le ultime dal campo

Foto di repertorio

Ancora poche ore e sarà derby. E che derby. C’è in gioco una stagione in Castelfidardo-Anconitana, seconda contro prima, separate da un solo punto (domani allo stadio Mancini, ore 15: arbitra Davide Matina di Palermo). La strada per la serie D passa da questo scontro al vertice che sarà seguito da una cornice di pubblico d’eccezione: si va verso il soldout, con 1162 biglietti a disposizione che potrebbero volatilizzarsi nelle prossime ore (ieri ne erano stati venduti 769 e il settore ospiti, con 280 posti, è esaurito). La prevendita continuerà anche domani, giorno della partita, allo stadio Mancini di Castelfidardo dalle 9 alle 12. 

Grande attesa

E’ una partita cruciale: l’Anconitana difende la leadership, forte dei 16 punti conquistati nelle 6 gare del 2020 in cui è imbattuta. L’attacco dorico, con 38 gol, è il più prolifico, ma si scontra con la difesa meno battuta del campionato: il Castelfidardo, infatti, ha subito appena 13 reti e non perde da 10 giornate, con 14 punti ottenuti nelle 6 partite disputate nel 2020. «Prevedo una gara bella, tirata, con un’atmosfera diversa dal solito: ci sarà un grande pubblico ma non dovremo temere nulla» ha commentato l’allenatore dei fisarmonicisti, Maurizio Lauro. «Non sarà una partita determinante», ha aggiunto il tecnico, che ha invitato i suoi a «mettere da parte le pressioni» e a prestare attenzione «al reparto offensivo dell’Anconitana che è di grande qualità». Anche per Umberto Marino, trainer biancorosso, sarà una gara importante, ma non decisiva: «Sarebbe un errore pensare che chi vince salirà in D - ha spiegato - perché questo è un campionato molto equilibrato e si rischia di perdere punti con chiunque senza la giusta concentrazione. Servirà una grande Anconitana contro un avversario che fa dell’agonismo e delle palle inattive le sue armi migliori». 

Il capitano k.o. 

L’Anconitana recupera il bomber Ambrosini, ma probabilmente dovrà rinunciare al capitano Visciano, debilitato da un attacco influenzale: è pronto al suo posto l’argentino Basualdo. Rientra dalla squalifica anche l’under Marzioni, all’occorrenza. Marino dovrebbe tornare al 4-4-2 con Fiore in vantaggio su Giambuzzi sulla corsia destra. Il Castelfidardo, invece, punta tutto sul tandem d’esperienza Galli-Shiba, 8 gol a testa in campionato, con Braconi a completare il tridente nel 4-3-3. In campo anche gli ex dorici David, Sampaolesi e Di Dio. 

Le probabili formazioni

CASTELFIDARDO (4-3-3): David; Sampaolesi, Puca, Zeetti, Stortini; Capponi, Antogiovanni, Di Dio; Galli, Shiba, Braconi. All. Lauro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ANCONITANA (4-4-2): Battistini; Pierdomenico, Micucci, Trombetta, Bartolini; Fiore, Basualdo, Magnanelli, Mansour; Ambrosini, Liccardi. All. Marino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Parcheggia lo scooter e si lancia sotto il treno: tragedia sui binari

  • Choc in spiaggia, prende a pugni una donna e scappa: nella fuga perde i documenti

  • Crisi respiratoria, portata all'ospedale in elicottero: ragazza in gravissime condizioni

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

  • Porta a spasso il cane e si accascia, inutile la rianimazione: muore in strada

Torna su
AnconaToday è in caricamento