Il derby più atteso, vale una stagione: l'Anconitana nel bunker del Castelfidardo

Pubblico delle grandi occasioni per lo scontro al vertice che mette in palio punti pesanti per la serie D. Aggiornamenti sulla prevendita e le ultime dal campo

Foto di repertorio

Ancora poche ore e sarà derby. E che derby. C’è in gioco una stagione in Castelfidardo-Anconitana, seconda contro prima, separate da un solo punto (domani allo stadio Mancini, ore 15: arbitra Davide Matina di Palermo). La strada per la serie D passa da questo scontro al vertice che sarà seguito da una cornice di pubblico d’eccezione: si va verso il soldout, con 1162 biglietti a disposizione che potrebbero volatilizzarsi nelle prossime ore (ieri ne erano stati venduti 769 e il settore ospiti, con 280 posti, è esaurito). La prevendita continuerà anche domani, giorno della partita, allo stadio Mancini di Castelfidardo dalle 9 alle 12. 

Grande attesa

E’ una partita cruciale: l’Anconitana difende la leadership, forte dei 16 punti conquistati nelle 6 gare del 2020 in cui è imbattuta. L’attacco dorico, con 38 gol, è il più prolifico, ma si scontra con la difesa meno battuta del campionato: il Castelfidardo, infatti, ha subito appena 13 reti e non perde da 10 giornate, con 14 punti ottenuti nelle 6 partite disputate nel 2020. «Prevedo una gara bella, tirata, con un’atmosfera diversa dal solito: ci sarà un grande pubblico ma non dovremo temere nulla» ha commentato l’allenatore dei fisarmonicisti, Maurizio Lauro. «Non sarà una partita determinante», ha aggiunto il tecnico, che ha invitato i suoi a «mettere da parte le pressioni» e a prestare attenzione «al reparto offensivo dell’Anconitana che è di grande qualità». Anche per Umberto Marino, trainer biancorosso, sarà una gara importante, ma non decisiva: «Sarebbe un errore pensare che chi vince salirà in D - ha spiegato - perché questo è un campionato molto equilibrato e si rischia di perdere punti con chiunque senza la giusta concentrazione. Servirà una grande Anconitana contro un avversario che fa dell’agonismo e delle palle inattive le sue armi migliori». 

Il capitano k.o. 

L’Anconitana recupera il bomber Ambrosini, ma probabilmente dovrà rinunciare al capitano Visciano, debilitato da un attacco influenzale: è pronto al suo posto l’argentino Basualdo. Rientra dalla squalifica anche l’under Marzioni, all’occorrenza. Marino dovrebbe tornare al 4-4-2 con Fiore in vantaggio su Giambuzzi sulla corsia destra. Il Castelfidardo, invece, punta tutto sul tandem d’esperienza Galli-Shiba, 8 gol a testa in campionato, con Braconi a completare il tridente nel 4-3-3. In campo anche gli ex dorici David, Sampaolesi e Di Dio. 

Le probabili formazioni

CASTELFIDARDO (4-3-3): David; Sampaolesi, Puca, Zeetti, Stortini; Capponi, Antogiovanni, Di Dio; Galli, Shiba, Braconi. All. Lauro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ANCONITANA (4-4-2): Battistini; Pierdomenico, Micucci, Trombetta, Bartolini; Fiore, Basualdo, Magnanelli, Mansour; Ambrosini, Liccardi. All. Marino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Storico macellaio e uomo generoso, Furio è morto di Covid: «Il tampone fatto troppo tardi»

  • Orrore davanti al mercato: uomo trovato morto in strada dopo un tragico volo

  • Rompono le recinzioni per andare al mare, la passeggiata costa cara: 400 euro a testa

  • Dati sempre più allarmanti, Marche tra le regioni con più morti e positivi al Coronavirus

Torna su
AnconaToday è in caricamento