Tutte in campo per la ricerca, show di solidarietà tra Falconara e Chiaravalle

Al PalaBadiali è andata in scena un'amichevole di calcio a 5 femminile per sostenere le iniziative e i progetti della Ylenia Morsucci Onlus

I festeggiamenti finali dopo l'amichevole

La solidarietà scende in campo e dà spettacolo al PalaBadiali. Una bella amichevole di calcio a 5 femminile si è disputata ieri pomeriggio al palas di via dello Stadio tra il Città di Falconara e il Fiberpasta Chiaravalle, sotto gli occhi di un buon pubblico che ha riempito la gradinata per assistere alla prima sgambata 2020.

Gara dal fine nobile: l’ingresso gratuito era a offerta libera, a sostegno della Ylenia Morsucci Onlus, associazione molto attiva con donazioni a ospedali e progetti solidali. Per entrambe le formazioni, inoltre, è stato un buon test dopo la pausa invernale e in vista della ripresa dei rispettivi campionati: domenica 12 gennaio per Chiaravalle c’è la trasferta contro il Prandone Futsal nel campionato di A2, mentre le Citizens saranno impegnate in casa domenica 19 contro il Montesilvano per la prima del girone di ritorno della Serie A. Giornata che è iniziata con Maurizio Morsucci, padre della compianta Ylena, morta prematuramente 11 anni fa per una leucemia, che ha ringraziato le atlete in campo.

Si è trattato della terza volta che Falconara e Chiaravalle si affrontavano per questo Memorial. Pronti via e il Città di Falconara passa dopo un paio di minuti con Dal’maz che sottomisura conclude al meglio un’azione articolata. Il diagonale di Isa Pereira al 5’ raddoppia mentre la doppietta di Sofia Vieira fa arrivare le Citizens avanti di quattro reti. Pizi, portiere delle chiaravallesi, è ottima nell’arginare le successive incursioni di Pascual e Vieira. Dall’altra parte, la numero 1 delle Citizens, Dibiase, nega con un autentico miracolo la gioia del gol dell’ex all’insidiosa Magnanti. Il primo tempo termina così. Il secondo si apre con la rete numero 5 firmata da Sofia Luciani. Ancora Pizi è determinante su Ferrara e Ciferni. Magnanti salva sulla linea il tiro di Guti mentre Verzulli sfiora il palo con un bel diagonale. Brugnoni, chiamata a sostituire Dibiase, è costretta agli straordinari sui pericoli che arrivano dai piedi della svedese Jokisalo e di Pini nel finale. Alla sirena è scattata la festa con i rispettivi capitani – Sofia Luciani e Claudia Catena – ad alzare le coppe ricordo della giornata tra sorrisi, gli applausi del pubblico, i complimenti reciproci e la soddisfazione per aver contribuito a dare una mano a iniziative lodevoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Coronavirus, confermato il primo caso nelle Marche: è un 30enne

Torna su
AnconaToday è in caricamento