Amici Animali: La "carica dei 50" per salvare gli scampati di Corinaldo

Cinquanta volontari dell’Associazione “Amici Animali” si sono uniti per impedire che 15 cani provenienti da un canile sotto sequestro fossero trasferiti di nuovo con spreco di denaro e sofferenze inutili per gli animali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"CINQUANTA volontari dell’Associazione “ Amici Animali” di Osimo, si sono uniti per impedire che 15 cani provenienti dal canile sotto sequestro di Corinaldo, passati poi al canile di Ostra Vetere,  fossero deportati di nuovo, su richiesta del Comune di Fossombrone, che ne è proprietario, ad un altro canile privato il cui gestore  è in perenne conflitto con le associazioni  colpevoli, a suo dire... di far adottare i cani.  
I suoi tentativi di impedire le adozioni sono stati costanti e solo grazie alla determinazione dei volontari  molti cani hanno trovato una famiglia accogliente.

A nulla è valso far presente al Comune di Fossombrone che spostare di nuovo dei cani, la maggior parte vecchi e sofferenti, a parità di prezzo e con  meno possibilità di adozione sarebbe stata una inutile, inspiegabile, crudeltà. Inoltre è stata  rifiutata anche la possibilità  di affidarli  ad un canile gestito da un'associazione che  avrebbe garantito, oltre che un maggior benessere degli animali,  anche un risparmio  del 21%  come prevede la legge nel caso di gestione da parte di un ente no profit.

I CINQUANTA volontari con questa azione eclatante che, ovviamente, non potrà essere ripetuta in altri casi simili, vogliono lanciare un messaggio: vogliono che si spieghi all’opinione pubblica come mai i Comuni che si lamentano tanto di spendere troppo per i cani abbandonati o maltrattati dei loro cittadini, rifiutino poi di affidarli a chi li farebbe adottare, a chi collabora con i volontari che, per legge, si devono occupare delle adozioni nei canili; e come mai i Comuni informati di fatti crudeli debitamente documentati che accadono in certe strutture continuino a tenervi i cani.
Evidentemente c’è qualche cosa che non va: ce lo spiegassero, lo spiegassero ai cittadini ai quali devono rendere conto del loro operato.

CINQUANTA volontari di una delle Associazioni con più soci delle Marche, attivi in diverse strutture, coadiuvati da Associazioni e volontari regionali e nazionali, si sono impegnati anche economicamente  per adottare questi cani e trovare loro una casa: come mai? Sono tutti pazzi?"

Per avere informazioni sui cani in adozione è possibile contattare i volontari dell'associazione Amici Animali di Osimo al numero 335 80 48 623

I più letti
Torna su
AnconaToday è in caricamento