Amore e Instagram, Silvia e Carmelo influencer di successo: «Cambiamo le regole dello stile»

In poco tempo hanno conquistato decine di migliaia di followers e ci hanno spiegato come

Silvia Baldoni

Un anno e mezzo fa Silvia Baldoni Instagram non ce l’aveva neppure. Oggi, con il fidanzato Carmelo Celano, forma una coppia di influencer. Lei, segretaria di 24 anni, tiene i rapporti con le aziende per la sponsorizzazione dei prodotti mentre lui, 29enne dipendente della Caritas, cura la parte fotografica delle storie e dei post. Risultato del lavoro di coppia? Il profilo silviab944 conta la bellezza di 36mila follower e molte aziende di Ancona e non solo contattano Silvia, o vengono contattate da lei, per fare pubblicità ai prodotti sul suo profilo. Si guadagna bene? «In alcuni casi ho preso dei compensi, ma per il momento preferiamo farci ricompensare con la merce come borse, vestiti o orologi- spiega Silvia- non chiedo soldi perché prima voglio far emergere la nostra professionalità. Non voglio insegnare nulla a nessuno, lo faccio perché mi piace».

«Ho preso spunto dalla Ferragni ma è iniziato tutto così, senza arte né parte- continua Silvia- non ce l’avevo neppure Instagram. Carmelo lo usava come travel blogger, ma a me non interessava. Ho cominciato con 2 o 3 foto poi però vedendo i profili della Ferragni ho notato che il social aveva una potenzialità importante e anche Carmelo ha iniziato a offrirsi come fotografo». Silvia a quel punto ha iniziato a conoscere il mondo di Instagram più da vicino: «Ho iniziato a consultare internet su come farsi seguire di più e creare contenuti carini». Ecco allora gli iniziali trucchi del mestiere: «All’inizio tutti fanno il gioco di seguire tante persone al giorno, così ci si ricambia. Ne segui 100 e te ne ricambiano in 20 o 30, poi sono importanti anche i commenti che lasci perché con quelli ci si stima un po’ di più. Il segreto però è cercare cose interessanti e crearti il tuo stile». Stile? «Cerco di cambiare le regole- continua Silvia- ad esempio, tra le aziende e negozi con cui collaboro c’è Twins, nel centro di Ancona. E’ un negozio di abbigliamento maschile, io indosso quegli abiti e faccio le foto, non voglio essere la classica influencer che si fa fotografare in costume». La merce in cambio, in questo caso, finisce ovviamente nel guardaroba di Carmelo. La coppia però ha hanno già sconfinato. Tra i marchi che la scelgono come testimonial, ad esempio, c’è anche una ditta di borse del sud Italia. Ma come si concilia l’attività di influencer con il lavoro quotidiano? «Ho la fortuna di non dover passare intere giornate in ufficio, ho orari elastici e quindi riesco a stare dietro a instagram». Qui però va sfatato un luogo comune, quello dei ragazzi sempre a testa bassa sul telefonino: «Sei tu il padrone del tuo Instagram, in realtà basta mettere una foto al giorno che però in quadra il tuo stile. Su internet alla fine posso passarci anche non più di un’ora e mezzo al giorno, poi ci si confronta su come vanno le cose». L’importante è saper usare bene i social. Esiste infatti anche il “come non si diventa” influencer e per Silvia fa perno su due punti: «Vedo molte persone, in realtà quasi tutte, che cominciano come indossatrici poi però iniziano a fotografarsi con il solo scopo di avere più like. La professionalità secondo me esclude questo. L’altra cosa da non fare è stare a criticare i profili degli altri, nulla di più sbagliato». Alla fine, Silvia lancia mesaggio a chi non credeva in lei: «Molta gente, anche nella mia cerchia di amici, mi criticava e diceva che non si sapeva dove volevo arrivare. Io non mi pento di nulla e del giudizio degli altri non me ne importa niente». Firmato, 36 mila followers. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia un maxi incendio sul lungomare, chalet devastato dalle fiamme

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Sequestrata la supercar dei ladri, dentro un arsenale: spallata alla banda dell'Audi scura

Torna su
AnconaToday è in caricamento