Conto alla rovescia per Halloween: curiosità, incantesimi e leggende dell'anconetano

Le leggende, gli incantesimi e le tradizioni legate alla notte di Halloween nella provincia di Ancona. Dove trovare accessori e costumi in città

Foto di repertorio

Prima del Natale i negozi di Ancona e provincia hanno già il loro allestimento a tema. Zucche, ragni e zombie fanno già capolino dalle vetrine e il perché non serve neppure spiegarlo. Il conto alla rovescia per Halloween è partito, che la paura abbia inizio. 

Le cinque dimore pià infestate della provincia

Le origini di Halloween 

In realtà, Halloween non è una festività importata dagli Stati Uniti, come molti pensano: la sua storia e le sue origini sono tutte europee, più precisamente celtiche. Nel corso della storia, subirà poi moltissime modificazioni, fino a diventare la festa dalle tinte horror che tutti noi conosciamo. Halloween viene tradizionalmente collegata alla festa celtica di Samhain, una parola che deriva dall'antico irlandese e significa approssimativamente “fine dell'estate”: i Celti infatti, come molti altri popoli antichi, misuravano il tempo in base alle stagioni e ai cicli del raccolto, e Samhain era la festa che segnava il passaggio dalla fine dell'estate all'inizio dell'inverno e il momento per l’ultimo raccolto prima dell’arrivo della stagione fredda. Per questo motivo Samhain era la festa più importante per i celti e veniva considerata alla stregua del nostro capodanno. Oltre a rappresentare un importantissimo momento di passaggio, secondo la tradizione celtica durante la notte di Samhain il velo che separa il mondo dei morti da quello dei vivi diveniva talmente sottile da poter essere “attraversato”: i morti potevano così tornare nel mondo dei vivi ed entrare in contatto con essi. La festa di Samhain era quindi anche un momento in cui celebrare ed onorare i propri cari defunti. Infine, fu importata in America grazie alle intense migrazioni irlandesi dell’800 verso gli attuali Stati Uniti, diventando nel tempo l’Halloween che oggi festeggiamo. lo stesso nome di Halloween, è legato proprio alla festa di Ognissanti, in quanto deriva da “All Hallow’s Eve”, che in inglese antico significava “vigilia di tutti i santi”. Oltre alla zucca, un altro simbolo di Halloween sono i pipistrelli: durante la festa di Samhain, infatti, i Celti costruivano dei falò per attirare gli insetti e, di conseguenza, i pipistrelli. Ma saranno le superstizioni medievali su questo animale notturno, associato alle streghe e all'oscurità, a trasportarlo nel mito neo-gotico di Halloween, esattamente come per i gatti neri. Un altra icona della notte di Halloween è la luna piena, ma in realtà è molto raro che questa fase lunare cada proprio il 31 Ottobre: attenzione però, nel 2020 avremo la fortuna di assistere a questa spaventosa combinazione!

Le streghe di casa nostra

La Giana

Alla Fontanina di Camerano, una sorgente d’acqua, si narra della presenza della Giana. Strega, fantasma di una donna uccisa dal marito o fata? Non è mai stato chiaro, ma secondo il racconto popolare si tratta di una presenza femminile che vigila sulla sorgente. Si manifesterebbe all’imbrunire da almeno un centinaio di anni, in passato l’avrebbero vista le donne che abdavanoa rifornirsi di acqua. Secondo alcune leggende danzerebbe a mezz’aria. La certezza è una: dalla fine dell’800 in poi molte donne avevano smesso di recarsi alla Fontanina all’imbrunire proprio per non incontrare la presenza. 

Le tre streghe di Pianello

Le streghe non sono legate solo a Corinaldo. Secondo una leggenda si materializzarono anche a Pianello Vallesina. Il racconto popolare vuole che un uomo vide ardere tre fiamme dalla finestra della sua abitazione. Quando uscì per sincerarsi di cosa stava accadendo, i fuochi si spensero e si materializzarono tre streghe. Chiesero del cibo e l'uomo, di buon cuore, le fece entrare in casa. Per ripagarlo, le tre chiesero all’uomo quale fosse il suo più grande desiderio e lui rispose che voleva solo avere del cibo per poter sfamare chiunque glie lo chiedesse. Detto fatto, le donne sparirono in una nuvola di zolfo e la casa si riempì di cibo. In quel luogo esatto, e questa non è più una leggenda, sorge oggi un’osteria.

Paora, guardiana del tesoro

A Offagna, nell’antico castello medioevale, si narra della presenza dell’anziana Paora, una donna che farebbe la guardia a un tesoro nascosto. La strega allontanerebbe i ricercatori che si avventurano tra i cunicoli indirizzandoli con indovinelli e apparizioni su una traccia sbagliata. I cunicoli ci sono davvero, il tesoro in effetti non lo ha mai trovato nessuno. 

Da dove spunta quella zucca? 

Per conoscere le origini della famosa "zucca di Halloween" bisogna conoscere la leggenda di Jack-o’-lantern. Jack era un fabbro irlandese, che riuscì più volte ad ingannare il diavolo, ma che  alla fine pagò un prezzo altissimo: rifiutato sia dal paradiso che dall’inferno, Jack fu costretto a vagare come un fantasma nel mondo dei vivi per l’eternità. Si dice che durante la notte di Halloween Jack vaghi per le strade alla ricerca di un rifugio e che appendendo una zucca illuminata fuori dalla propria casa, si potrà indicare a Jack che lì non c’è posto per lui.

Corinaldo e la Notte delle streghe

A Corinaldo l’appuntamento è di quelli che non serve neppure segnare in agenda. Dal 1998 l’ultimo week end di ottobre è dedicato a fantasmi, spiriti e soprattutto streghe, fino ad arrivare proprio alle Notte delle Streghe: Il 30 settembre la cittadina ospita infatti "Miss strega", un concorso di bellezza famoso in tutta Italia e dedicato al costume a tema più bello. Ad incoronare la speciale reginetta, ogni anno, è un personaggio d’eccezione. Nel 2018 è toccato all'attore Gabriel Garko, qualche anno prima nientemeno che a Rocco Siffredi. Anziana e con il nasone? Beh, nel caso di Corinaldo la strega ha tutt'altro aspetto. Giudicate voi (GUARDA IL VIDEO). La serie di eventi a Corinaldo rientra, di fatto, in un carnevale autunnale che grazie a 600 volontari regala al centro storico un’atmosfera a dir poco suggestiva: passeggiate tra i vicoli rinascimentali, zucche, candele, laboratori, mercatini e taverne a tema (dove cibo e bevande sono addirittura distribuiti da orchi e streghe).

La festa di Polverigi

Anche Polverigi è famosa per la notte delle streghe. A metà settembre il borgo si trasforma completamente: vie, cantine e giardini vengono arredati a tema da molto prima che Halloween diventasse una festa anche in Italia. Saltimbanchi e artisti di strada animano le strade, gli stand gastronomici e gli spettacoli pirotecnici allietano il palato e gli occhi. Quest'anno avrebbe celebrato la 31° edizione ma la Pro Loco ha fatto sapere che se ne riparlerà nel 2020 a casua di difficoltà organizzative e di adeguamento alle nuove norme di sicurezza.

Gli incantesimi di Halloween

Halloween è il momento perfetto per divertirsi con un po' di magia: ecco un gioco divertente, da fare con gli amici, per conoscere il proprio futuro!

Ti sposerai presto?

Dopo aver posizionato tre piattini (uno vuoto, uno pieno di farina e uno pieno d’acqua) uno accanto all’altro sulla tavola, ci si deve bendare, sedere di fronte ai piatti e sceglierne uno, mettendovi dentro il dito: se tocchi l’acqua ti sposerai nell’arco dei 12 mesi a seguire, se tocchi il piatto vuoto avrai un anno di miseria, mentre il piattino con la farina indica ricchezza e felicità!

Il tuo futuro marito

Vuoi conoscere il volto del tuo futuro marito? Secondo un antico rituale scozzese, ti basterà stendere delle lenzuola bagnate davanti a un fuoco la notte di Halloween! Se nella notte di Halloween indosserai i vestiti al rovescio e camminerai all'indietro, riuscirai a vedere una strega. Hai il coraggio di provare?

Quanto tempo ti resta?

Secondo una tradizione americana, alla vigilia di Halloween potrai scoprire quanto tempo vivrai, sbucciando una mela senza interromperti: più lunga sarà la striscia di buccia, più lunga sarà la tua vita.
 

Dove trovare maschere, costumi e accessori

Alcuni indirizzi utili ad Ancona e dintorni:

Sfizio, via della Loggia, 5 

Zibaldone, via delle Grazie 1 

Toys Center (Camerano) Via Alessandro Volta, 13

Centro commerciale Auchan Conero, via Scataglini 6

Flying Tiger Copenhagen, Corso Giuseppe Garibaldi 6 

La Bottega dello scolaro, Corso Giuseppe Garibaldi 19

Les Clowneries , via Luciano Manara 1 (Falconara)

Il Girotondo di F.Fava – Centro commerciale La Fornace – piazza caduti sul lavoro 4 (Jesi).


COME PREPARARE I BISCOTTI PER HALLOWEEN

COME DECORARE IL GIARDINO PER HALLOWEEN

COME DECORARE LA CASA PER HALLOWEEN

COME FARE LA ZUCCA DI HALLOWEEN

COME DECORARE LA TAVOLA PER HALLOWEEN

I MIGLIORI COSTUMI PER HALLOWEEN

DOVE ANDARE IN VACANZA AD HALLOWEEN

IDEE ORIGINALI PER IL COSTUME DI HALLOWEEN

I LIBRI DA LEGGERE NELLA NOTTE PIU' SPAVENTOSA DELL'ANNO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto corruzione in Comune, arrestati 4 imprenditori e indagati 4 assessori

  • Terremoto al Comune di Ancona, corruzione e clientelismo: serie di arresti e indagati

  • E' un colosso del bricolage e fai-da-te, ad Ancona arriva Leroy Merlin: 100 assunzioni

  • Choc nel Comune di Ancona, arresti ed indagati: sono oltre 30 le persone coinvolte

  • Terremoto in Comune, la Mancinelli: «Sono preoccupata ma ora calma e gesso»

  • Tragedia in strada, travolto da un'auto mentre attraversa: ciclista morto sul colpo

Torna su
AnconaToday è in caricamento