Il tour della paura, le cinque dimore più infestate di Ancona e dintorni

Una carrellata sulle dimore che, secondo le leggende popolari, sono infestate dagli spiriti nella nostra provincia

Foto di repertorio

Mancano pochi giorni alla notte di Halloween e non c’è miglior periodo di questo per una carrellata sulle dimore che, secondo le leggende popolari, sono infestate dagli spiriti. Nelle Marche il repertorio è vasto e la provincia di Ancona tiene alta la media. 

Palazzo Benincasa - Ancona

Il tour del brivido parte nel centro di Ancona, in via della Loggia. La leggenda vuole che nelle sale superiori di questo splendido palazzo quattrocentesco si aggiri lo spirito di una ragazza morta oltre 150 anni fa. Lo spirito si manifesterebbe tramite un pianoforte che inizierebbe a suonare da solo, in piena notte. Si tratterà della setessa presenza che in alcuni casi è stata segnalata tra le quinte del vicinissimo teatro delle Muse? Chissà.

La Giana – Camerano 

Alla Fontanina di Camerano, una sorgente d’acqua, si narra della presenza della Giana. Strega, fantasma di una donna uccisa dal marito o fata? Non è mai stato chiaro, ma secondo il racconto popolare si tratta di una presenza femminile che vigila sulla sorgente. Si manifesterebbe all’imbrunire da almeno un centinaio di anni, in passato l’avrebbero vista le donne che andavano a rifornirsi di acqua. Secondo alcune leggende danzerebbe a mezz’aria. La certezza è una: dalla fine dell’800 in poi molte donne avevano smesso di recarsi alla Fontanina all’imbrunire proprio per non incontrare la presenza. 

Palazzo Vallemani – Serra San Quirico

Si dice che il palazzo che sorge tra le colline di Serra San Quirico sia uno dei più infestati di tutta la provincia anconetana. La leggenda dice che tra quelle mura, durante la seconda guerra mondiale, persero la vita circa 20 persone durante un raid dell’esercito tedesco. Tra loro anche il conte Vallemani che, pare proprio in punto di morte, giurò di proteggere il palazzo durante i secoli futuri. Negli anni ’70, sempre secondo il folklore, una coppia decise di banchettare nel palazzo dopo la celebrazione delle nozze. Felicità e amore, ma non è quello che i neosposi avrebbero rivisto nel film ricordo: pare infatti che l’intero nastro mostri un video nero con l’accompagnamento di una musica di violino. Altre segnalazioni racconterebbero dei classici rumori di catene, ventate improvvise e figure sfuggenti che sarebbero state segnalate più di una volta. 

Villa Montedomini - Falconara

Questa villa privata è da tempo al centro di voci popolari che la vorrebbero infestata da qualche spettro. Presenze che ne avrebbero causato l’abbandono nel corso degli anni. Nel 2012 finì sulle cronache locali per un filmato diffuso via Facebook che mostrava una figura bianca dietro a una finestra. La conferma delle voci? Non è dato sapere, anche perché la villa è proprietà di privati e, oltre all’eventuale paura, c’è la legge che la rende inaccessibile. 

La Mansueta – Jesi 

Tra le colline di Jesi sorge una casa settecentesca, conosciuta come La Mansueta. Il rumore dei passi che si sentirebbe sulle scale del primo piano e gli improvvisi cali di temperatura nei locali superiori sono al centro delle voci popolari, che parlano anche di rumore di mobili spostati (che però restano dove sono) e colpi sulle porte. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale è lontano, ma non troppo: i consigli per decorare l'appartamento con stile

  • Trova la madre morta in bagno, arriva la polizia: tragedia in un appartamento

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Chiede l'elemosina al market, mostra i documenti ma è troppo tardi: denunciato

  • Corruzione, Caglioti sospeso per aver rispettato segreto su indagini: «E' dittatura»

Torna su
AnconaToday è in caricamento