Tursimo ad Ancona, le 10 migliori cose da fare quando in città piove: guida completa

Le migliori attività classificate da Tripadvisor per un giorno di pioggia ad Ancona

Foto Instagram @ sa_ra_92_

Il portale Tripadvisor ha raggruppato e classificato le migliori attività che si possono praticare ad Ancona in caso di pioggia. Fondamentalmente, come è facile immaginare, si tratta di visite in luoghi al coperto di cui la città è ben fornita. Agli anconetani aggiunge poco, per i turisti “mordi e fuggi” può essere uno spunto per non restarsene in hotel. Questa la classifica in base alle recensioni degli utenti.

10 - Museo Diocesano 

Il Museo diocesano di Ancona "Mons. Cesare Recanatini" ha avuto origine nel 1834 ed è ospitato dal 1952 nel vecchio episcopio, accanto al Duomo di Ancona; è di proprietà dell'arcidiocesi e testimonia efficacemente i venti secoli di storia cristiana della città.

Guarda se ci sono eventi in programma

Piazzale del Duomo 9

9 – Chiesa di San Domenico 

L'interno, di imponenti dimensioni, a navata unica e con volta a botte lunettata, conserva importanti dipinti, tra i quali spiccano due capolavori: l'Annunciazione del Guercino e la Crocifissione del Tiziano. La chiesa è ricca di sculture di Gioacchino Varlè. Gli scultori Mentore Maltoni e Vittorio Morelli si occuparono di ripristinare gli elementi decorativi della chiesa danneggiati dai bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Storia e aneddoti della grande statua

Piazza del Plebiscito (piazza del papa) 

8 – Pinacoteca civica Francesco Podesti

Raccoglie alcuni dipinti di valore universale per la storia dell'arte italiana e altri di grande interesse per la comprensione della pittura nelle Marche dal XIV al XIX secolo.

Guarda se ci sono eventi in programma

Via Pizzecolli 17, ingresso vicolo Foschi

7 – Chiesa di San Francesco alle Scale

Conserva il Battesimo di Cristo di Pellegrino Tibaldi, la Gloria in gesso di Gioacchino Varlè, gli Angeli che trasportano la Santa Casa di Loreto di Andrea Lilli e soprattutto la grande pala dell'Assunzione di Lorenzo Lotto (1550), uno dei capolavori dell'artista. L'altare maggiore in legno dorato proviene dalla soppressa chiesa di San Francesco ad Alto.

Storia e aneddoti

Via Orsini 2

6 – Museo archeologico delle Marche 

Documenta in modo pressoché completo la preistoria e la protostoria del territorio marchigiano; comprende ricche collezioni relative alla civiltà greca, romana e a quella dei Galli Senoni. I reperti relativi alla civiltà picena formano la più completa raccolta esistente; per la ricchezza delle sue collezioni il museo è uno dei più importanti musei archeologici d'Italia.

Guarda se ci sono eventi in programma

via Ferretti 6 – Palazzo Ferretti 

5 – Mole Vanvitelliana 

L'edificio sorge su di un'isola artificiale pentagonale situata all'interno del porto; è collegato alla terraferma da tre ponti, ed occupa una superficie di 20.000 metri quadri. Costruito nel 1700 sui disegni di Luigi Vanvitelli, nel corso dei secoli è stato magazzino, luogo di quarantena e fortezza. Al suo interno la struttura accoglie il tempietto di San Rocco. E’ sede di numerose mostre ed eventi. 

Guarda se ci sono eventi in programma

Banchina G. da Chio

4 – Adventure Rooms 

l vostro gruppo affronterà unito e compatto la sfida per uscire dalla stanza nei 60 minuti a disposizione. Nel caso dei duelli, invece, il gruppo si dividerà in due squadre che affronteranno in due manche la prima e la seconda parte dell’avventura, sfidandosi tra loro. 

via Vecchia del Pinocchio, 33

3– Museo tattile Omero 

Toccare volti, corpi, gesti, espressioni, scoprire volumi e prospettive attraverso le proprie mani. Non solo per chi non può misurarsi con la luce e l'immagine, ma per rivelare a tutti, le possibilità della percezione. Il Museo Tattile Statale Omero ha fatto dell'osservazione tattile il suo principale canale di conoscenza: un approccio all'estetica in gran parte ancora inesplorato anche dalle persone non vedenti, nonostante la sua profonda valenza epistemologica. E’ nato con lo scopo di colmare il  vuoto nel panorama dei servizi culturali per non vedenti, ma anche per offrire a tutti uno spazio innovativo dove la percezione artistica passa attraverso suggestioni plurisensoriali extra visive.

Guarda se ci sono eventi in programma

Banchina G. da Chio, all’interno della Mole Vanvitelliana

2 – Chiesa di Santa Maria della Piazza 

Eretta tra il XI e XII secolo, è un notevole esempio di stile romanico. Fu costruita su una chiesa paleocristiana del IV secolo restaurata nel VI; una parte del pavimento della chiesa attuale è in vetro per permettere la visione dei mosaici paleocristiani sottostanti. Nel sagrato si svolse per secoli la cerimonia di investitura del podestà del libero comune di Ancona.

Guarda se ci sono eventi in programma

Piazza Santa Maria

1 – Cattedrale di San Ciriaco 

Il duomo di Ancona è dedicato a san Ciriaco ed è la cattedrale metropolitana dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo. È una chiesa medioevale in cui lo stile romanico si fonde con quello bizantino, evidente nella pianta e in molte decorazioni. Sorge in scenografica posizione alla sommità del colle Guasco, già occupata dall'Acropoli della città greco-dorica, da dove domina tutta la città di Ancona e il suo golfo. Nel maggio del 1926 papa Pio XI l'ha elevata alla dignità di basilica minore.

La cupola

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piazzale del Duomo
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare, mamma e papà ricoverati: bimbo di 5 anni resta completamente solo

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Contagi nelle Marche, trend in aumento: ad Ascoli si fanno più tamponi

  • Il Coronavirus blocca anche il paradiso: Italo, il "survivor" solitario che vive di pesca e cocco

  • Una passeggiata da 400 euro, primo pedone "fuori quartiere" multato dalla polizia

  • Il rubinetto diventa flussimetro per respiratori, l'invenzione dei cardiologi in un tutorial

Torna su
AnconaToday è in caricamento