Quattro ipotesi per ristrutturare la scuola, il Comune incontrerà prof e genitori

Risanamenti conservativi e adeguamenti sismici ma da valutare anche l'ipotesi di spostare alcune classi in altri plessi scolastici

Sono quattro le ipotesi di intervento che il Comune sottoporrà a genitori, insegnanti e preside per la ristrutturazione della scuola elementare Leonardo Da Vinci di Castelferretti. Quattro opzioni con caratteristiche, importi ma, soprattutto, tempistiche differenti. È proprio questo ultimo punto a impensierire i genitori. Il timore è che i propri figli siano costretti a "migrare" verso altri edifici scolastici se il cantiere dovesse durare oltre i tre mesi di chiusura estiva. Il che non è escluso anche se, rassicura l'assessore ai Lavori Pubblici, Matteo Astolfi, «l'intenzione dell'amministrazione comunale è quella di condividere con il consiglio d'istituto e dirigente scolastico le risultanze dello studio di fattibilità».

I soldi ci sono

Il consiglio comunale, lo scorso marzo, ha approvato all'interno del Piano triennale delle opere pubbliche 150mila euro di finanziamento per progettazione definitiva, esecutiva e primi interventi di consolidamento. Per il risanamento strutturale è stata preventivata la cifra di 1 milione 181mila euro per il 2018, calcolata partendo dagli 875mila euro stimati lo scorso anno dalla verifica di vulnerabilità sismica condotta dallo studio Gea, aggiungendo iva, spese tecniche e imprevisti. Una spesa importante e che andrà a incidere sul futuro dell'edilizia scolastica cittadina.

Scuola, iscritti e nascite

Ha senso spendere per costruire una scuola nuova se poi, in futuro, ci saranno meno iscritti? Se lo sono chiesti in Comune da quando hanno iniziato a mettere sotto la lente d'ingrandimento la Da Vinci. Anche alla luce del recente spostamento nel plesso dell'asilo Zambelli (Centro Nord) della scuola elementare Marconi (Case Unrra) con l'edificio di quest'ultimo pronto a essere declassato (al momento ospita sedi di associazioni e, ancora per poco, la segreteria dell'Istituto comprensivo) si vogliono approndire anche aspetti che riguardano le iscrizioni e l'andamento demografico. È stato quindi avviato un gruppo di lavoro tra Lavori Pubblici, Ufficio Scuola e Anagrafe per "giungere a una programmazione degli interventi da effettuarsi in funzione anche dell’organizzazione generale delle politiche scolastiche comunali" si legge in una delibera dello scorso marzo.

L'incontro

Il Comune incontrerà il consiglio d'istituto il prossimo 21 settembre. «Gli uffici comunali – conclude Astolfi - hanno già già predisposto un progetto di adeguamento per realizzare nuovi locali igienici e un ascensore mentre per quanto riguarda conservazione e vulnerabilità le attività di progettazione preliminare interne si sono concluse pochi giorni fa. Ora la prima attività importante è quella di valutare quale strada percorrere e decidere quale progetto definitivo approvare. Cosa che vogliamo discutere con genitori, docenti e dirigente scolastico». 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Scuola

    I 10 vaccini obbligatori per la scuola, ecco l'elenco completo

  • Scuola

    Calendario scolastico 2017-2018: date inizio, fine, vacanze regione per regione

  • Scuola

    Anno scolastico 2017-2018: tutti i ponti e le festività

  • Scuola

    Risparmiare al supermercato: i trucchi per una spesa intelligente

I più letti della settimana

Torna su
AnconaToday è in caricamento