Sanità fabrianese, Cisl: "Inaccettabile il taglio continuo"

Il sindacato locale interviene sulla questione sanitaria

Foto di repertorio

"Si era cominciato con il ritardo nel restituire agibilità a molte aree dell’ospedale di Fabriano colpite dal sisma, poi si è continuato con la vicenda del punto nascita, ora chiuso, e adesso si procede a ridurre al lumicino la Pediatria, fino a dove arriverà il ridimensionamento dell’Ospedale di Fabriano Come CISL FP e CISL  di Fabriano riteniamo che vi siano gravi lacune nel processo di riduzione dei servizi offerti del nosocomio fabrianese. In primo luogo tutti questi interventi stanno avvenendo senza il minimo coinvolgimento delle OO.SS., anche se implicano non solo l’erogazione dei servizi ma anche la collocazione lavorativa di molti operatori. Vi è poi una evidente mancanza di visione politica in quanto sta avvenendo: a fronte delle riduzioni attuate, quali servizi si propongono ad un territorio interno e montuoso su cui gravano specifici problemi sanitari, infrastrutturali e sociali? Nessun piano di riorganizzazione è stato presentato ai sindacati, nessuna visione sanitaria o socio-sanitaria da proporre alla popolazione. Non possiamo accettare che si proceda allo scientifico smantellamento delle strutture sanitarie Fabrianesi scaricando su tale territorio anche le necessità di rientro economico sulla spesa del personale dell’ASUR.

Avevamo chiesto che la Regione Marche sviluppasse un sistema di servizi sanitari specifico delle aree interne e della montagna, al fine di prevedere una risposta completa di tutti i servizi sanitari per questi cittadini anche attraverso accordi o convenzioni che uscissero dai confini regionali ma non abbiamo visto nulla di tutto ciò. Quanto sta accadendo a Fabriano è gravissimo, si tenta di far passare senza clamore il progressivo smantellamento di una struttura che con circa 150 posti letto assiste una popolazione di quasi 50 mila persone su 540 km quadrati di territorio. E’ fondamentale che si apra una fase di confronto aperto tra Regione, Istituzioni e soggetti sociali ed economici del territorio che riporti l’attenzione sulla sanità fabrianese e che si inserisca nella vertenza sanità che le Organizzazioni sindacali, a livello unitario, stanno aprendo in queste ore nei confronti della Regione".

Potrebbe interessarti

  • Bagno dopo pranzo e rischio congestione, facciamo chiarezza con una tabella

  • Caldo, è il giorno di fuoco: i consigli dei farmacisti per superare l'emergenza

  • "Viagra naturale" e fonte di vitamine, ma il peperoncino può anche far male

  • Concorso Polizia Municipale, parte il corso di preparazione con prove simulate

I più letti della settimana

  • Ancona sommersa: allagati negozi e abitazioni, traghetto perde gli ormeggi

  • Malore in galleria, sbanda e si schianta contro un'altra auto: atterra l'eliambulanza

  • «Aiuto mi hanno violentata», choc al Passetto: soccorsa ragazza in lacrime

  • Numana post apocalittica, stabilimenti in ginocchio: «40 anni di lavoro buttati»

  • In trappola nel sottopasso allagato, automobilista rischia di annegare

  • Malore fatale in auto, choc davanti al supermercato: Pietro non ce l'ha fatta

Torna su
AnconaToday è in caricamento