Muore in ospedale e la famiglia dona gli organi: opera un'equipe di chirurghi anconetani

Espiantati gli organi di un 70enne: fegato e reni donati ad altri pazienti malati

Foto di repertorio

Un grande gesto. La famiglia di un 70enne morto all'ospedale di Città di Castello, come spiega il giornale online PerugiaTodayha il consenso per la donazione degli organi. Nel pomeriggio di oggi, mercoledì 2 gennaio, è stato effettuato l’espianto. I reni sono stati donati al Centro Trapianti di Bergamo mentre il fegato è giunto al Centro Trapianti di Ancona. Come spiega una nota della Usl Umbria 1 "le delicate fasi di accertamento del decesso sono state condotte dal Collegio medico, composto dal Medico di Direzione, dottor Silvio Pasqui, dall’anestesista rianimatore, dottoressa Manuela Toccoletti e dal neurologo esperto in Eeg, dottoressa Silvia Cenciarelli".

E ancora: "I familiari del paziente, debitamente informati sulla possibilità di eseguire donazioni d'organo, hanno fornito il loro consenso, per cui sono stati immediatamente presi contatti con il Responsabile del Centro Regionale Trapianti, dottor Atanassios Dovas. Al termine del previsto periodo di osservazione è stato accertato il decesso del paziente e sono stati presi i contatti con la Rete Nazionale Trapianti, dai quali è stato possibile individuare 2 pazienti accettori e, quindi, realizzare 2 donazioni d'organo: una di reni (destinati al Centro Trapianti di Bergamo) e una di fegato (destinato al Centro Trapianti di Ancona); entrambi i prelievi sono stati realizzati da un'equipe di chirurghi provenienti dall'Ospedale di Ancona, che ha operato insieme ai medici dell'ospedale di Città di Castello".

CONTINUA A LEGGERE SU PERUGIATODAY

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento