Centrale dello spaccio nello scantinato: «in via Marchetti c’è il nostro Hotel House»

Botta e risposta in consiglio comunale tra il capogruppo e l'assessore alla sicurezza

Foto di repertorio

ANCONA - La cantina era una base di spaccio e al momento del blitz della squadra Mobile, che ha portato all’arresto di 4 pusher la settimana scorsa, uno dei malviventi ha afferrato un’ascia arrugginita da sotto il cuscino mentre un altro ha morso un agente. Il caso della sicurezza in via Marchetti è finito in consiglio comunale, sollevato dal capogruppo Fratelli d’Italia Angelo Eliantonio. La domanda del consigliere era relativa alla proprietà dell’immobile finito nell’occhio del ciclone. Dato tuttavia non disponibile nell’ultima seduta. «Quell’edificio è il nostro Hotel House – ha detto Eliantonio -preoccupa che il Comune non sia a conoscenza di quello che succede lì dentro, perché ci sono appartamenti privati ma anche di proprietà dell’Erap e del Comune». 

L’assessore alle manutenzioni e sicurezza Stefano Foresi ha ripercorso gli interventi portati a termine in zona: «L’area è monitorata da quattro telecamere di sorveglianza da ottobre 2019, alcune posizionate più in alto perché prima erano stati tagliati i cavi. I dispositivi sono stati visionati diverse volte dalle forze dell’ordine, in quel quartiere poi stiamo facendo interventi in attesa del bando periferie che lo trasformerà in un quartiere modello. Manteniamo lo sfalcio dell’erba e abbiamo potato le siepi in modo da rendere tutto visibile per le forze dell’ordine». 

«La linea di un Comune serio sono le sanzioni per gli occupanti senza titolo, ma per fare questo bisogna controllare il territorio oltre a gestire e regolamentare l’occupazione per casi sociali particolari. Fa ridere quando il sindaco presenta il suo libro e parla di casi di abusivismo in quell’area con tanto di gag. Possibile che in un capoluogo di regione non si riesca a garantire la legalità in un piccolo appezzamento di terra?». 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

Torna su
AnconaToday è in caricamento