Vaccini, il sindaco di Recanati: «In città 5 bambini non ammessi all'asilo nido»

Cosi' il sindaco di Recanati Francesco Fiordomo commenta alla Dire la denuncia avanzata ieri, nel corso di una conferenza stampa in Regione, dall'avvocato dell'associazione maceratese 'Genitori per la Vita', Massimo Petracci

Francesco Fiordomo

«Sono cinque i bambini non in regola con l'obbligatorieta' vaccinale che dunque non potranno frequentare l'asilo nido. Non temo ricorsi perche' abbiamo fatto rispettare la legge». Cosi' il sindaco di Recanati Francesco Fiordomo commenta alla Dire la denuncia avanzata ieri, nel corso di una conferenza stampa in Regione, dall'avvocato dell'associazione maceratese 'Genitori per la Vita', Massimo Petracci. Il legale aveva dato notizia di un bambino non ammesso al nido a Recanati perche' non in regola con la copertura vaccinale e si era detto pronto a presentare ricorso al Tar per conto della famiglia. In realta' a Recanati i bambini sono 5.

«Sono cinque i bambini in base alle relazioni degli uffici dell'Area Vasta- continua Fiordomo-. Il dirigente del settore scuola del Comune ha provveduto a inviare una lettera alle famiglie in cui c'e' scritto che non sara' ammesso a scuola fino a quando non presentera' la documentazione necessaria. Ricorsi? Su cosa? Io ho fatto applicare la legge dello Stato. A meno che non ci sia stato un errore del Sistema sanitario. Il Comune agisce, come sempre, facendo rispettare le procedure di legge. Se ci fossimo comportati diversamente saremmo andati contro una legge dello Stato». Il primo cittadino recanatese dice la sua anche sul decreto Lorenzin. «C'e' una comunita' scientifica che al 99% si esprime sul fatto che vaccini sono indispensabili- conclude-. La legge mi sembra che vada a tutelare la salute pubblica soprattutto nelle situazioni di maggiore fragilita'. Forse l'applicazione ha scontato delle difficolta' dovute alla fretta. Magari c'e' anche una contraddizione tra quello che avviene da 0-6 anni e quello che avviene dopo. Nel complesso condivido la legge anche se, forse, scricchiola un po' nell'applicazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento