Vaccini, la Pergolesi ad Asur e Regione: «Stop a esclusioni irregolari dei bimbi da scuola»

A chiederlo è la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, Romina Pergolesi

foto di repertorio

«Stop alle esclusioni irregolari dei bambini da scuola». A chiederlo è la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, Romina Pergolesi, inviando una nota ad Asur Marche, dirigenti scolastici, nonché alla giunta Ceriscioli e al Governo, affinché «ci si attenga al rispetto delle norme nazionali riguardanti gli accessi ai nidi e materne in merito all'obbligo vaccinale».

«Ho riscontrato la presenza di circolari dell’Asur che forniscono indicazioni ai dirigenti dei servizi educativi per l’infanzia in merito alle procedure da adottare per l’esclusione o l’ammissione dei bambini, nonostante la norma fissi in capo ai soli dirigenti scolastici tale prerogativa e responsabilità – spiega l'esponente pentastellata -. Tali indicazioni, poi, risultano essere pesantemente difformi dalle procedure indicate nel DL 73/2019, la cosiddetta legge Lorenzin. Ciò rischia di creare caos nei vari istituti e, soprattutto, l’esclusione irregolare di bambini per i quali i genitori avrebbero invece rispettato quanto disposto dal medesimo decreto legislativo». La nota invita i direttori dell'azienda sanitaria, nonché il responsabile dell’Ufficio scolastico regionale, «a verificare la piena correttezza degli iter procedimentali posti in essere, con particolare attenzione agli eventuali provvedimenti di esclusione emessi nei confronti di iscritti ai servizi educativi per l’infanzia, materne e nidi, e a procedere, all’esito di tali verifiche, all’annullamento in autotutela di tutti gli atti ed i provvedimenti ritenuti in violazione delle normative nazionali».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ho ritenuto opportuno chiamare in causa Ceriscioli ed i ministri competenti – puntualizza Romina Pergolesi – affinché attivino le loro prerogative di controllo sugli enti coinvolti e sulle procedure di esclusione poste in essere qui nelle Marche. La legge Lorenzin è già pessima, ma nelle Marche si rischia di renderla persino peggiore, con iniziative degli uffici che la rendono ancora più discriminante di quello che già è. Sto preparando anche un'interrogazione da presentare in consiglio regionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Parcheggia lo scooter e si lancia sotto il treno: tragedia sui binari

  • Choc in spiaggia, prende a pugni una donna e scappa: nella fuga perde i documenti

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

Torna su
AnconaToday è in caricamento