Spiagge libere, Verdi Ancona: «Mai parlato di tassa obbligatoria per entrare»

Parlano di una strumentalizzazione dell'argomento in piena Fase Due da parte di alcuni consiglieri comunali che hanno alimentato la polemica

I Verdi di Ancona rispondono al dibattito che li ha coinvolti nei giorni scorsi in merito alla gestione delle spiagge libere nel periodo di emergenza Covid-19. «Con l’avvicinarsi dell’estate - si legge nella nota - l’unica soluzione plausibile per lasciare fruibili le spiagge libere sembrava essere darle in gestione ai concessionari privati: di fronte a tale scenario, ci è sembrato doveroso studiare un modo per far sì che il Comune si prendesse l’onere di rendere tali spiagge sicure dal punto di vista sanitario, senza il bisogno di chiuderle o addirittura privatizzarle. Vista la situazione economica che affligge non solo lo Stato ma anche i Comuni, è stato ipotizzato un piccolo contributo SOLO nel caso in cui l’Amministrazione avesse verificato l’impossibilità di far fronte alle spese stabilendo così la chiusura in toto o in parte delle spiagge libere».

Inoltre ribadiscono: «I Verdi non hanno mai parlato di tassa obbligatoria per accedere alle spiagge libere. La questione dei “due euro” non era assolutamente condizionante nella nostra proposta. Ben venga, quindi, che l’Amministrazione, che sola può valutare la sostenibilità economica di qualsiasi ipotesi di gestione di un’area pubblica, abbia individuato le risorse per farsene carico».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parlano dunque di strumentalizzazione da parte dei Consiglieri di minoranza «per la raccolta di un po’ di consenso - spiegano - era prevedibile. Ma ci rammarica che certe dichiarazioni siano state rese da Consiglieri di maggioranza, nostri alleati, e che la Sindaca non abbia preso le distanze da questo teatrino di basso livello. Aver enfatizzato, da parte di alcuni, un aspetto che nulla ha a che fare con l’impianto complessivo e con il cuore della nostra proposta che, peraltro, alla fine è stata sostanzialmente recepita nel Piano spiagge del Comune con nostra grande soddisfazione, ha alimentato una polemica inutile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella notte: ragazzo si toglie la vita nella sua camera con una corda

  • «Lavorare così è impossibile, me ne vado». Marco chiude il bar appena inaugurato

  • Si torna con il naso all’insù, passa la cometa “Swan”: come e quando potremo vederla

  • Donna si rifiuta di dare i soldi al badante che lavorava per lei: lui la stupra in casa sua

  • Forte, coraggioso, veloce come il vento: addio Giuseppe, campione nella vita e nello sport

  • Frecce tricolori ad Ancona, venerdì 29 maggio lo spettacolo nei cieli: il programma completo

Torna su
AnconaToday è in caricamento