Spese politica, Ricci (PD): “Impegno di massimo rigore”

“Ci sono eserciti di persone tra staff, collaboratori, consulenti, addetti degli uffici stampa, a partire dalle presidenze e non solo, oltre ad altri settori dove il risparmio si può trovare, e deve essere trovato”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“Fino all'ultimo giorno questa Giunta dovrà fare la Giunta con impegno di estremo rigore insieme al Consiglio”, afferma Mirco Ricci, Presidente del Gruppo Pd in Consiglio Regionale.

“In primo luogo occorre trovare 53milioni di euro per chiudere l'assestamento di bilancio; inoltre sarà necessario impostare un bilancio preventivo 2015 con tagli compresi tra i 150 e i 200 milioni di euro; non meno importante, occorre garantire ai marchigiani servizi e inclusione sociale, e sostenere occupazione e impresa.

Siccome questo è il quadro, piuttosto preoccupante, sentire ancora parlare di ottenere grandi risparmi attraverso l'eventuale riduzione di due assessori per i prossimi 4 mesi -ovvero risparmi pari a circa 40mila euro-, mi sembra rasenti il ridicolo.

Allora ha ragione il Segretario Regionale Comi: la sua proposta di taglio delle indennità degli assessori e dei presidenti di commissione riduce le spese di 140mila euro.

In fondo la macchina amministrativa regionale si può e si deve ancor di più alleggerire, e chi può sapere dove tagliare meglio di chi la vive da 25 anni consecutivi?

Ci sono eserciti di persone tra staff, collaboratori, consulenti, addetti degli uffici stampa, a partire dalle presidenze e non solo, oltre ad altri settori dove il risparmio si può trovare, e deve essere trovato”, conclude.

Torna su
AnconaToday è in caricamento