Soste a pagamento sul territorio cittadino: costi orari e permessi

Il Coordinamento Falconarese del Carroccio propone a Sindaco e Giunta agevolazioni per soste e permessi a seguito del Covid

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

L’emergenza Covid sta avendo un impatto sanitario devastante, ma come tutti ben sappiamo non è l’unico problema. Le ripercussioni in ambito economico sono altrettanto disastrose e vanno a colpire in maniera estremamente dura famiglie imprese ed attività commerciali. Le conseguenze saranno purtroppo devastanti per le attività cittadine ed è necessario individuare misure per alleggerire il più possibile le attività ed agevolare al massimo la ripartenza quando la situazione lo permetterà. Per tale motivo riteniamo necessario che per facilitare al massimo le attività cittadine (bar, negozi ed attività sul litorale se e quando saranno permesse) si vada ad agire sulle tariffe della sosta, che di fatto, per loro natura, vanno a disincentivare la permanenza lunga sul territorio, situazione che invece, andrà stimolata. Le continue limitazioni alla circolazione intercomunale e regionale inoltre fanno sì che, in percentuale, la circolazione sul territorio cittadino sia (e lo sarà per parecchio tempo) quasi assolutamente di persone locali le quali, per il bene del nostro tessuto economico (e non solo), vanno incentivate ad acquistare e “frequentare” la nostra città ed i suoi quartieri. Inoltre, gli incentivi allo smartworking e a forme di lavoro agile, stanno facendo sì che molti lavoratori siano e saranno (perlomeno per molto tempo) impegnati da casa e che quindi, di rimando, molti veicoli si trovino a sostare (per coloro che non hanno la possibilità di un box privato o affine) anche durante le ore diurne nelle vie cittadine con il conseguente obbligo di pagare la sosta oraria o essere obbligati al pagamento del permesso annuale/semestrale/mensile. Tra l’altro occorre tener presente , per equità, che gli abbonamenti già effettuati ed in essere durante il periodo di stop al pagamento messo in atto dalla giunta dovrebbero garantire lo slittamento dei mesi di fruizione non goduti senza inoltre dimenticare l’esigenza di alleggerire quanto più possibile i commercianti da oneri e balzelli che vanno ad aggravare la già tragica situazione attuale. Proprio per questi motivi, come Lega cittadina, abbiamo inviato una richiesta al Sindaco Signorini di prevedere, almeno per tutto il periodo estivo, tariffe agevolate come quelle utilizzate nel periodo natalizio per la sosta oraria, e proposte di riduzione temporanea dei permessi di sosta, da applicare in maniera diretta in caso di rinnovi o sotto forma di prolungamento della validità in caso di permessi già in essere. Inutile dire che, nel momento in cui le limitazioni dovessero allentarsi, tale misura potrebbe incentivare l’interesse alla nostra città da parte di cittadini dei comuni limitrofi con conseguenze benefiche per le attività commerciali e per il comune in genere. Siamo certi che una proposta ragionevole come questa non possa che essere presa in considerazione dall’Amministrazione. Coordinamento Cittadino - Lega Salvini Premier lega.falconara@gmail.com

Torna su
AnconaToday è in caricamento