Aspio: locali non a norma, rischio sfratto per i medici di base

Berardinelli (FI): “Il rischio di doversi recare in altri quartieri è perciò altissimo visto che, anche per problemi assicurativi, l’”avviso di sfratto” sembra sia stato già consegnato”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"I cittadini di Ancona residenti all’Aspio rischiano di rimanere senza medico di base. Abbiamo infatti appreso con stupore la notizia che i locali dove erano ospitati gli ambulatori dei due medici, ora ridotti ad uno, non sarebbero a norma, pur essendo di proprietà comunale.

Il rischio di doversi recare in altri quartieri è perciò altissimo visto che, anche per problemi assicurativi, l’”avviso di sfratto” sembra sia stato già consegnato, con conseguenti gravi disagi soprattutto per la popolazione anziana che ha maggiori problemi di salute e negli spostamenti.

I residenti della zona stanno organizzando un’assemblea per discutere della questione e raccogliere le firme da inviare al Sindaco di Ancona protestando per la scarsa attenzione che la Frazione dell’Aspio sta ricevendo dal Comune. Facciamo un appello all’Amministrazione comunale affinché si faccia subito carico del problema intervenendo per mettere a norma le stanze lasciando proseguire l’attività medica di base."

Daniele Berardinelli - Primo Mambelli
Forza Italia – Ancona

Torna su
AnconaToday è in caricamento