Riqualificazione strutture ricettive, un bando da quasi 2 milioni di euro

Lo hanno annunciato in conferenza stampa il presidente della Regione, Luca Ceriscioli e l’assessore al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni

La Regione Marche stanzia un milione 953 mila euro di Fondi POR Fesr 2014-2020 per la ristrutturazione e riqualificazione delle strutture recettive. Il bando uscirà a luglio e durerà 90 giorni. Lo hanno annunciato in conferenza stampa il presidente della Regione, Luca Ceriscioli e l’assessore al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni.

«La Regione Marche – spiega il presidente Luca Ceriscioli - persegue un obiettivo fondamentale: lo sviluppo dell’intero sistema turistico attraverso molte azioni. Siamo impegnati non solo a ricostruire ma anche a riqualificare il patrimonio recettivo. Il bando che abbiamo illustrato oggi, molto atteso dagli operatori dopo tanti anni, rappresenta una bella spinta agli investimenti in un’ottica pubblico-privato con la modalità dei contributi in conto capitale. L’idea di riqualificare gli spazi e di promuovere l’innovazione delle dotazioni tecnologiche o gli ampliamenti di alberghi e strutture extralberghiere e quindi di aumentare la qualità, corrisponde alla filosofia che crede nella possibilità di crescita del turismo. Essere vicini e rispondere alle esigenze degli operatori turistici significa una grande opportunità di sviluppo e nello stesso tempo di orientare l’offerta verso i cluster ricercati dai turisti. Lo stanziamento per ora limitato a circa 2 milioni di euro sulla base della vecchia programmazione è incrementabile  a seconda delle richieste che perverranno. Abbiamo la disponibilità di risorse per rispondere ad aumentate necessità e a rifinanziare questa misura. L’invito, dunque, è a partecipare a questo bando perché vi è la ferma intenzione della Regione sostenere quello che consideriamo un grande traino per l’economia regionale».

«Un bando strategico – ha spiegato l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni – che nasce da scelte condivise con le associazioni di categoria e territoriali e che da molti anni non veniva concepito con questi contenuti. Uscirà in luglio e daremo tempo 90 giorni per la scadenza delle domande di contributo ai piccoli e medi imprenditori di programmare gli interventi. La Regione Marche vuole mettere a disposizione dell’intero sistema turistico le risorse per sostenere una ripresa effettiva e concreta in uno dei settori più importanti per la competitività economica. Abbiamo previsto tutte le tipologie di strutture ricettive, dagli alberghi, alle country houses, alle dimore storiche ai B&B, alle case vacanze,  per favorire miglioramenti e ammodernamenti. La volontà è anche quella di agevolare nuove vocazioni delle strutture come i bike-hotel nell’ottica di valorizzazione e prossima realizzazione di circuiti collegati di ciclovie».

IL BANDO. Potranno partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese appartenenti al comparto Strutture Ricettive: Alberghi e strutture simili (inclusi gli alberghi diffusi e le dimore storiche);Villaggi turistici ; Attività ricettive rurali “country house” ;Aree di campeggio;       Case e residenze per vacanze ( con partita IVA) Affittacamere (con partita IVA); Bed & breakfast con partita IVA.

L’obiettivo è appunto incentivare progetti di riqualificazione di strutture ricettive esistenti e già operanti, attraverso interventi di ristrutturazione, straordinaria manutenzione, restauro e risanamento conservativo e di ampliamento delle stesse, purché finalizzati al miglioramento del livello di sostenibilità ambientale, dell’accessibilità, dell’innovazione tecnologica, all’adeguamento ed adesione ai disciplinari di prodotto. In particolare verso il segmentoFamily: rivolto a strutture ricettive, stabilimenti balneari, specializzati nell’accoglienza di famiglie con bambini. Cultura: rivolto a strutture ricettive specializzate nell’accoglienza del turista culturale e che si pongono come punti di promozione delle risorse culturali del territorio che le circonda. Trekking: rivolto a strutture ricettive specializzate nell’accoglienza di appassionati di trekking, di pellegrini e di turisti “slow” che affrontano il viaggio a piedi. Bike: rivolto a strutture ricettive specializzate nell’accoglienza di ciclisti e di turisti “slow” che affrontano il viaggio in bicicletta. Benessere: rivolto a strutture ricettive con terme/spa, strutture ricettive con centro benessere, specializzate nell’accoglienza di turisti che ricercano il relax ed il benessere del corpo  e della mente.Business: rivolto a strutture ricettive specializzate nell’accoglienza di chi viaggia per lavoro. Meeting: rivolto a strutture ricettive dotate di sale convegni, specializzate nell’accoglienza di meeting. Il costo complessivo ammissibile per la realizzazione del progetto, non può essere inferiore a  50.000 euro e non superiore a 200 mila in regime “ de minimis”

Le opere oggetto di contributo:

LAVORI ED OPERE EDILI, COMPRESI GLI IMPIANTI -  ESCLUSI GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA: (l’intensità del contributo è del 50% sul totale della spesa. In questo caso sono ammesse, nel limite del 10% del totale del progetto, anche le spese di progettazione)

BENI STRUMENTALI E ATTREZZATURE, COMPRESA LA DOTAZIONE INFORMATICA  (l’intensità del contributo è del 40% sul totale della spesa).

ARREDI, il cui coefficiente di ammortamento non deve superare il 12% annuo (l’intensità del contributo è  del 30% sul totale della spesa).

ACQUISTO DI BENI IMMOBILI, TERRENI E FABBRICATI (l’intensità del contributo è del 20% sul totale della spesa).   Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2015

I lavori dovranno essere conclusi entro 12 mesi dalla data di concessione del contributo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Scompare dopo la visita dal dentista, una task force per cercarlo

Torna su
AnconaToday è in caricamento