Casa delle Culture: report Mattatoio Open Day

Centinaia di cittadini partecipano al 'brindisi' della casa delle culture per un anno vissuto attivamente con il parcheggio dell’ex mattatoio trasformato in “piazza dei beni comuni”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

COMUNICATO STAMPA

MATTATOIO OPEN DAY 2014

IL GIORNO DOPO

Festa della Casa delle Culture - III Edizione

Festa della Cittadinanza Attiva e dell'Altra Economia

CENTINAIA DI CITTADINI PARTECIPANO AL 'BRINDISI' DELLA CASA DELLE CULTURE PER UN ANNO VISSUTO ATTIVAMENTE

CON IL PARCHEGGIO DELL'EX MATTATOIO TRASFORMATO IN

"PIAZZA DEI BENI COMUNI"

COSì VALLEMIANO DIVENTA UN'ARENA MONDIALE PER ITALIA-INGHILTERRA 2-1

PER REALIZZARLO RAGGIUNTI OLTRE 2.400 EURO DI DONAZIONI

E I 114 SOSTENITORI

Nonostante le avverse condizioni meteo il Mattatoio Open Day non solo si è svolto comunque ma ha anche raccolto un enorme successo!

Dopo il successo delle prime due edizioni (1.500 presenze nel 2013) e dopo l'anteprima di venerdì 6 giugno con FattiBeneComune Costituente dei Beni Comuni -una riflessione critica, creativa e giuridica sui commons in esclusiva regionale- il 'vero e proprio' Mattatoio Open Day si è concretizzato sabato 14 giugno, con un grande raduno di produttori bio, vignaioli indipendenti, piccoli editori e cittadinanza attiva, allietato da incontri, presentazioni, performance, il concerto della balkan band romagnola Gattamolesta e la partita dei mondiali di calcio Italia-Inghilterra.

La vittoria dell'Italia sull'Inghilterra per 2 a 1 ha concluso in maniera estremamente positiva La Festa della Cittadinanza Attiva e dell'Altra Economia organizzata dalla Casa delle Culture nell'ambito del progetto Cosmoteca, in collaborazione con FattiBeneComune, Centenario della Settimana Rossa e Università della Pace, con il sostegno di Ministero della Gioventù, Regione Marche e Comune di Ancona, con il contributo di Tregi, Coop Adriatica e 114 privati, che grazie alla piattaforma Derev.com hanno sostenuto la manifestazione con 2.400euro.

Anche quest'anno il Mattatoio Open Day si è lanciato alla conquista dello spazio, continuando a perseguire il suo scopo principale, ovvero far rivivere l'area dell'ex mattatoio comunale nel quartiere di Vallemiano e riaprire in città il dibattito sugli spazi dismessi e abbandonati da recuperare in chiave culturale e sociale.

Infatti l'enorme potenziale, in termini di aggregazione sociale e integrazione culturale, insito nel recupero dell'ex mattatoio, è balzato agli occhi di chiunque sia passato da quelle parti, nella giornata di sabato.

Spiccano tra le centinaia di persone presenti il Presidente del ConsorzioMarche Spettacolo CarloPesaresi e l'ex Assessore alla Cultura del Comune di Ancona Andrea Nobili, oltre alle le circa 1500 presenze, che confermano quelle dello scorso anno e forse anche qualcosa in più in occasione della partita dei mondiali, considerato che tra gli incontri e il momento della cena si sono raggiunte le 1000 presenze, mentre per la visione della partita i partecipanti erano all'incirca 600.

Da segnalare l'ottima riuscita del primo esperimento nel capoluogo marchigiano di raccolta fondi - con i 2400 euro raccolti - considerato che l'obiettivo era raggiungere i 3000 euro.

Anche l'esperimento del SUBBUTEO ha avuto un enorme successo: si evidenzia come il torneo abbia rappresentato un momento di grande socialità con la presenza di molti bambini che hanno conosciuto per la prima volta il gioco.

E ancora il baratto - con l'angolo del gratuito - ha dimostrato l'interesse nei confronti di questa storica forma alternativa di scambio commerciale di beni!

Tutte le occasioni di incontro e le iniziative previste hanno registrato un bilancio positivo: da Produco ergo resisto -il mercatino di artigianato, editoria alternativa, vignaioli biodinamici e produttori bio- con le presentazioni di 'Tu, Siria' di Asmae Dachan e Tara Al Zatir -Edizioni Communication Project-, di "Piazza Malatesta" di Paolo Marchetti -Edizioni Italic Pequod- e della graphic novel "Una Settimana Rossa" -Edizioni Gwynplaine-, allo Spazio ludico bimbi gestito dalla Poliarte e ancora allo spettacolo di burattini curato dal Teatrino Pellidò di Vincenzo Di Maio; così come il racconto del viaggio di Daniel Tarozzi con il suo camper alla scoperta dell'Italia che cambia (www.italiachecambia.org).

Di particolare rilievo è stata la presentazione della MAPPATURA DELL'ABBANDONO, a cura di RecuperAnkona: la resistenza attiva di un gruppo di cittadini per il recupero dell'enorme patrimonio urbanistico in disuso ha portato alla realizzazione della Mappa dell'Abbandono di Ancona, dalla quale è emerso che solo nel capoluogo marchigiano oltre 70 sono i luoghi abbandonati!

Sicuramente interessante anche l'incontro con l'ANGELO MAI (ALTROVE OCCUPATO), un conosciuto e ormai riconosciuto Centro Culturale Autogestito di Roma. Un'attivista di quello che è diventato nel tempo uno spazio indipendente per le arti ha raccontato la storia di quest'esperienza nata nel 2004 con l'occupazione di un ex convitto abbandonato nel centro di Roma. Dopo aver aver subito uno sgombero nel 2006 l'Angelo Mai è stato 'fermo' per tre anni per poi vedersi costretto a trasferire la propria sede ALTROVE nel 2009, al Viale delle Terme di Caracalla, dove recentemente ha subito un nuovo allontanamento e ha riaperto "dopo 77 giorni di distanza obbligata e sofferta".

Grande risultato in termini di presenze anche per il concerto delle ore 21.30 con i GATTAMOLESTA, la Balkan band della Romagna, che ha anticipato la partecipazione di circa 600 persone alla visione della partita dei mondiali in Brasile con la vittoria 2-1 dell'Italia sull'Inghilterra.

Ultima curiosità è stata la presenza del calciatore Julio Cesar Toresani - che giocò anche con Maradona - al Mattatoio Open Day 2014!

L'ingresso era libero e gratuito.

Con il successo della III Edizione di Mattatoio Open Day le 30 associazioni che compongono Casa delle Culture brindano alla conclusione del progetto regionale Cosmoteca, che da marzo 2013 a giugno 2014 ha proposto alla cittadinanza, 7 giorni su 7, dalla mattina alla tarda sera, oltre 150 tra eventi, incontri e conferenze, mostre e spettacoli, laboratori, concerti dal vivo e performance, per lo più gratuiti, facendo registrare oltre 20.000 presenze.

Ma non finisce qui: mentre già sui social network i cittadini chiedono se vi saranno altre proiezioni collettive delle partite del Mondiale all'ex mattatoio e si ragiona con Adriatico Mediterraneo per ripetere la rassegna co-gestita "Mediterraneo delle Culture" ai primi di settembre, per la nuova stagione la Casa delle Culture si propone di realizzare, con il coinvolgimento attivo delle Istituzioni, il Mattatoio Open Space, Laboratorio di riqualificazione partecipata, per progettare assieme a cittadini, associazioni, Poliarte, Università Politecnica di Ancona, altri enti pubblici e privati, quella Cittadella socio-culturale che il capoluogo marchigiano aspetta da tempo e che era già prevista nel piano di recupero dell'ex mattatoio, approvato dal Comune di Ancona nell'ormai lontano 2003.

Per informazioni è possibile contattare il numero 339 4507203, scrivere all'indirizzo info@casacutureancona.it o consultare il sito www.casacultureancona.it.

Cordiali saluti

Casa delle Culture

Stefania Cesari - Ufficio Stampa

339 3432143

Torna su
AnconaToday è in caricamento