Quattrini, (M5S): “Tares, oltre al danno (economico) anche la beffa”

“La nuova tassa copre il costo totale del servizio per lo smaltimento dei rifiuti, qualunque esso sia. Tradotto: le inefficienze delle gestioni vengono riversate in toto nelle bollette dei cittadini”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"La nuova tassa sui rifiuti si chiama Tares: a differenza della precedente, questa copre il costo totale del servizio per lo smaltimento dei rifiuti, qualunque esso sia. Tradotto: le inefficienze delle gestioni vengono riversate in toto nelle bollette dei cittadini.

Nella Commissione bilancio, dove si discuteva del Regolamento della Tares, abbiamo fatto osservare all’Assessore Fiorillo che il Comune non può limitarsi a ripartire ai cittadini il costo elevatissimo che sosteniamo nel nostro Comune, ma deve inserire misure e obiettivi per ridurre il costo, cercando di ottenere ricavi dalla gestione, in particolare attuando la Delibera consiliare di gennaio 2011 con la realizzazione di un impianto di riciclo.

Inoltre, vanno assolutamente inserite misure premianti per quei cittadini che differenziano meglio i rifiuti e che mettono quindi in condizione l’Amministrazione di ottenere più ricavi da riciclo e, quindi, ridurre i costi da addossare ai cittadini nella bolletta.

La scorsa settimana si è svolta l’assemblea dell’ATA, il nuovo organo provinciale che governa il ciclo dei rifiuti, composto dai rappresentanti di tutti i Comuni della Provincia di Ancona. Per il nostro, ha partecipato l'Assessore Fiorillo.

Ebbene, nonostante il Sindaco di Ancona abbia inserito l’impianto di riciclo negli Indirizzi di Governo del Comune, e nonostante si sia ampiamente condiviso l’argomento nella Commissione bilancio del mattino, l’Assessore Fiorillo si è guardato bene dal proporre all'ATA di realizzare l’impianto di riciclo, nonostante lo avessimo bene informato che ci sono altri Comuni virtuosi che sarebbero favorevoli.

L’assemblea dell’ATA si è limitata a discutere tra due impianti di smaltimento in discarica, il cui costo (5 o 10 milioni di euro) andrà ad incrementare ulteriormente i costi di gestione, con buona pace dei cittadini che vedranno la Tares aumentare sempre più. Starà a noi informarli a dovere."

Andrea Quattrini

MoVimento 5 Stelle

Torna su
AnconaToday è in caricamento