La Provincia di Ancona taglia le consulenze esterne (e risparmia 45mila euro)

A tanto ammonta il risparmio accantonato grazie all'impiego del personale interno per la valutazione dei progetti per gli incentivi all'occupazione, la creazione di impresa e i corsi di formazione

Il commissario straordinario Patrizia Casagrande

Ammonta a circa 45 mila euro il risparmio accantonato in bilancio da parte della Provincia di Ancona con il taglio delle consulenze e l’impiego del personale interno per la valutazione dei progetti relativi ai bandi per gli incentivi all’occupazione, la creazione di impresa e i corsi di formazione del primo semestre di quest’anno.

“Una buona pratica – spiega il commissario straordinario Patrizia Casagrande – che si inserisce nel contesto di revisione della spesa che stiamo portando avanti ormai da diversi anni e che ha contribuito a fare della Provincia  di Ancona un ente sano e virtuoso. Speriamo che ciò costituisca anche un elemento di riflessione per il governo: non si può continuare con un’insostenibile politica di tagli lineari ai fondi destinati agli enti locali. Siano premiate quelle amministrazioni che hanno dato prova di saper tenere i conti in ordine”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

Torna su
AnconaToday è in caricamento