Siglato il protocollo di intesa per l’attivazione del sistema informatico della procura

Si tratta dunque di uno strumento importantissimo messo a disposizione degli avvocati

Da sinistra: Petruzzo, Bavai, Garulli e Miranda

Si chiama TIAP – Trattamento informatico atti processuali l’applicativo del Ministero della Giustizia per la gestione digitale del fascicolo penale che consente di ottenere la dematerializzazione del fascicolo della Procura della Repubblica consentendo la classificazione, l’indicizzazione e dunque la consultazione ed estrazione di copia di tutti i documenti contenuti nello stesso. La firma del protocollo è avvenuta alla presenza della Dott. Monica Garulli, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, della Valentina Bavai, Magistrato di Riferimento per l’Informatica della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, del Segretario della Camera Penale di Ancona avvocatessa Francesca Petruzzo e dell’Ordine degli Avvocati di Ancona rappresentato dal Presidente Avvocato Maurizio Miranda e dai Consiglieri Avvocato Paolo Tartuferi e Avvocatessa Marina Magistrelli e rende il protocollo immediatamente operativo.

“L’intesa è frutto di una valida collaborazione tra l’Ordine degli Avvocati di Ancona, la Procura della Repubblica e le Camere Penali di Ancona – ha detto Maurizio Miranda, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Ancona – e vede l’Ordine impegnato in prima linea per l’allestimento delle postazioni messe a disposizione degli Avvocati per accedere al nuovo sistema informatico che avrà una conduzione sperimentale della durata di tre mesi”. Francesca Petruzzo, segretario della Camera Penale di Ancona, ha spiegato che “quando il sistema di digitalizzazione degli atti sarà completo consentirà la formazione di un fascicolo digitale fino alla fase dibattimentale e che sin da subito consentirà una notevole riduzione dei tempi di attesa per la consultazione dei fascicoli e l’ottenimento delle copie di atti e documenti”.

Si tratta dunque di uno strumento importantissimo messo a disposizione degli avvocati e l’Ordine è stato protagonista attivo grazie all’attività svolta dal Presidente e dai Consiglieri Paolo Tartuferi e Marina Magistrelli e continuerà ad esserlo unitamente alla Camera Penale di Ancona per quanto riguarda l’organizzazione delle attività formative volte a consentire a tutti gli Avvocati di utilizzare proficuamente il sistema. L’ufficio sarà posto al 3’ piano del Palazzo di Giustizia e sarò dotato di due computer messi a disposizione dall’Ordine degli Avvocati di Ancona nei quali sarà caricato l’applicativo che consentirà agli avvocati di visionare gli atti e chiederne una eventuale copia.

Potrebbe interessarti

  • Trattorie fuoriporta ad Ancona, le migliori 5 secondo il Gambero Rosso

  • Smettere di fumare: dieci consigli utili per uscire dalla dipendenza

  • Notte delle stelle cadenti: come, dove e quando vedere la pioggia di Perseidi

  • Forno a microonde, i vantaggi e rischi per la salute: tutto quello che devi sapere

I più letti della settimana

  • Non risponde al telefono, un'amica dà l'allarme: la trovano morta in salotto

  • Sfugge al controllo della mamma, l'auto lo travolge: morto un bimbo di 9 anni

  • Il mostro ha vinto dopo 4 anni di lotta, Ilenia è morta: la giovane mamma lascia 2 bambini

  • Paura nelle acque del porto, la barca avvolta dalle fiamme: dentro 5 persone

  • Orrore in mare, il cadavere di un uomo riaffiora dall'acqua a un miglio dalla costa

  • Annegata dopo un tuffo con l'amica, Sofia ha lottato ma non ce l'ha fatta

Torna su
AnconaToday è in caricamento