Pronto soccorso chiuso di notte, Sebastianelli (PDF): «Colpiti sempre i più deboli»

Questo ha dichiarato Fabio Sebastianelli, presidente del Popolo della Famiglia Marche

«Questo triste episodio, ringraziando il Cielo  finito bene, è l’ennesima conferma della scandalosa politica sanitaria nella Regione Marche». Questo quanto dichiarato da Fabio Sebastianelli, presidente del Popolo della Famiglia Marche e candidato alle europee di maggio, commentando la notizia apparsa sul Resto del Carlino riguardante la vicenda della bimba di un anno la cui mamma è stata costretta a viaggiare di notte fino a Jesi per poterle dare l'assistenza pediatrica, non garantita di notte all'ospedale di Fabriano.

«Inutile ora che Asur e Regione dicano di essere pronte a correre ai ripari – ha continuato- questo episodio, come quello della nonnina, semplicemente non sarebbero dovuti accadere. Questo è il punto. Le strutture sanitarie devono avere i mezzi e il personale necessari per essere in grado di dare tutta l'assistenza possibile ai malati senza farli rimbalzare da un ospedale all'altro». «Ripropongo la domanda da me fatta in precedenza - ha concluso- se questa è la situazione attuale, cosa succederà quando ci sarà l'ospedale unico provinciale? Ai cittadini ( nel 2020) l'ardua sentenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

  • Le Marche dicono no al 5G, approvata la mozione dei Verdi: «Rischi per l'uomo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento