Ponte crollato in A14, Delrio: «Procedura prevista dal codice della strada»

Così il ministro Graziano Delrio, sul crollo del ponte sull'autostrada A14, in risposta all'interrogazione dei deputati pentastellati Cecconi, Terzoni ed Agostinelli

« I lavori sono stati eseguiti con l'autostrada aperta in base al piano di sicurezza redatto dai progettisti. I lavori sugli altri cavalcavia sono sempre stati eseguiti con la stessa procedura, come stabilisce l'articolo 21 del codice della strada, che dice che chiunque esegua lavori sulle aree destinate alla circolazione deve adottare gli accorgimenti necessari per la sicurezza e la fluidità della circolazione, compresa la possibilità di interrompere se non ci sono situazioni alternative. Quindi la soluzione viene valutata in base dalla complessità dal piano della sicurezza e dal responsabile dei lavori. Noi attendiamo di verificare dove si sia svolta una omissione, stante che la procedura è prevista dal codice della strada e consentita perchè già espletata già altre volte». Così il ministro Graziano Delrio, sul crollo del ponte sull'autostrada A14, in risposta all'interrogazione dei deputati pentastellati Cecconi, Terzoni ed Agostinelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Abbiamo chiesto lumi a Delrio con il Question Time di oggi - scrive la Terzoni sul suo profilo Facebook - che ho presentato con i miei colleghi marchigiani Andrea Cecconi e Donatella Agostinelli. E lui? ci ha risposto più o meno così: Capita. In Italia quindi capita che le autostrade, patrimonio pubblico, non vengano vigilate attentamente dal ministero. Capita anche che l'appalto venga vinto dall'ennesima Impresa sotto amministrazione straordinaria, (leggere sovvenzionata dallo Stato), gestita dalla famiglia Greco, nota alla politica di destra ma anche a tutta Italia dopo svariati scandali e arresti non che multe da 80 milioni di euro per danno all'erario. Capita pure che ogni santa volta le opere pubbliche vengano date in mano a questa gente che nemmeno dovrebbe partecipare alle gare d'appalto. E purtroppo capita pure che qualcuno, disgraziatamente, passi sotto il ponte che crolla su un tratto autostradale e, purtroppo, perda la vita. Capita. La risposta di Delrio ci lascia basiti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'addio a Fiorella Scarponi, al funerale anche il marito. Le figlie: «Sei il sole che splende al mattino»

  • Crisi respiratoria fatale, addio Alessia: muore a 22 anni dopo 8 giorni di agonia

  • Pauroso incidente tra 4 auto, 2 finiscono in un campo: ci sono dei feriti

  • Scattano i controlli sulle spiagge, entra senza prenotazione e viene multato

  • Positivo al Coronavirus con tosse e febbre, fermato in stazione: è passato per Ancona

  • Assunzioni al Comune di Ancona, 22 posti a concorso: domande dal 10 luglio

Torna su
AnconaToday è in caricamento