«Pensi che fili tutto liscio?», contestazione contro Salvini con “sorpresa”: sale la tensione

Su Facebook l'evento che lancia la manifestazione contro la visita del leader leghista, ma è mistero su chi siano gli organizzatori

Foto di repertorio

ANCONA - Arriva Matteo Salvini e la piazza diventa blindata. Ad alzare il livello di guardia da parte della prefettura è stato l’evento anonimo lanciato su Facebook per convocare una contromanifestazione in piazza Roma. L’appuntamento è per le 11, mezz’ora prima del comizio previsto in piazza del papa da parte del leader leghista in vista delle regionali. 

L’evento si chiama “A Natale puoi… #AnconaNonsiLega” e a dire il vero un organizzatore c’è, ma si firma solo come “Babbo Natale”. Con lo stesso nominativo ha inviato una mail alla nostra redazione per presentare l’iniziativa. C’è l’invito a presentarsi vestiti da Santa Claus con tanto di pentole, cucchiai e strumenti musicali per portare in piazza «rumore, colori, rabbia e amore». Nella stessa missiva c’è scritto anche che «l’odio non può scorrere libero nelle nostre strade e il razzismo deve essere sconfitto dall’inclusione. Caro leghista padano, pensi seriamente che tutto fili liscio per te senza neanche trovare una sorpresina sotto l’albero?». Infine, il passaggio che ha allertato precauzionalmente prefettura e forze dell’ordine: «Come si contesta un uomo solo al comando? Essendo un popolo in rivolta cari fratelli e sorelle che sfrecciano sopra le loro slitte. Non dobbiamo essere noi a dirvi come opporvi al grinch padano, ci aspettiamo che da ognuno di voi arrivi la sua risposta». Imprevedibilità e anonimato che hanno portato all’innalzamento dell’allerta sicurezza. Al momento sono oltre 120 i partecipanti che hanno confermato la presenza alla contro manifestazione e più di 330 le persone interessate. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Coronavirus, confermato il primo caso nelle Marche: è un 30enne

Torna su
AnconaToday è in caricamento