"Mal d'aria", Rubini (SEL-ABC): «Rapporto Legambiente inchioda anche Ancona»

È uscito nei giorni scorsi il report "Mal d'aria" redatto da Legambiente in relazione alla qualità dell'aria nella nostra Regione. Questo il commento di Francesco Rubini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

È uscito nei giorni scorsi il report "Mal d'aria" redatto da Legambiente in relazione alla qualità dell'aria nella nostra regione.

La situazione dell'inquinamento atmosferico nelle Marche, da quanto emerge dal rapporto, è critica e numerose sono le centraline che segnalano sforamenti continui di PM10.Per Legambiente le cause sono chiare e tutte da ricercare nel perpetrato smantellamento del trasporto pubblico e nel consequenziale aumento incontrollato del traffico privato.

A questo quadro non è esclusa la città di Ancona, anch'essa colpita da sforamenti registrati nella centralina in zona Cittadella. La situazione dunque è piuttosto critica e le denunce di Legambiente svelano, numeri alla mano, un sistema che non funziona e va cambiato in profondità. Occorre una radicale inversione di marcia nelle politiche della mobilità e del trasporto pubblico che deve tornare ad essere una prerogativa per le amministrazioni locali marchigiane.

Francesco Rubini e Stefano Crispiani, SEL - Ancona Bene Comune 

Torna su
AnconaToday è in caricamento