La Lega attacca il sindaco: «Vale di più un'aiuola o il soccorso in spiaggia?»

Così il Coordinamento Falconarese della Lega - Salvini Premier, che attacca duramente il sindaco di Falconara Stefania Signorini

foto di repertorio

«Continuano le esternazioni false e scomposte del sindaco Signorini, impegnata a scaricare le proprie responsabilità sugli altri». A parlare è il Coordinamento Falconarese della Lega - Salvini Premier, che attacca duramente il sindaco di Falconara Stefania Signorini sui presidi di soccorso in spiaggia. 

«Questa è la volta dell'Asur, accusata di aver escluso il solo comune di Falconara dai finanziamenti per i presidi di soccorso in spiaggia. Ma è opportuno che la Signorini non dimentichi che il finanziamento è stato sospeso dal 2018 e non solo al comune di Falconara. Lo scorso anno ne è uscita grazie al grande senso di responsabilità della Croce Gialla che si è sobbarcata tutti i costi del servizio per la quasi totalità. Mentre quest'anno il sindaco addirittura non si era nemmeno posta il problema fino al 5 maggio, quando la Lega in un'interrogazione ha richiesto di avere delucidazioni sulle sue intenzioni in merito. Falconara quindi, con la stagione balneare già nel vivo, si trova a vivere un triste teatrino dove il primo cittadino, anzichè assumersi le proprie responsabilità attacca con veemenza l'Asur sperando di sviare da se stessa i giudizi negativi della cittadinanza. Una domanda le poniamo sindaco: dopo aver visto i 5000 euro spesi per il rifacimento di un'aiuola, le vari migliaia di euro dedicate al caffè letterario e altre migliaia di euro, soldi dei contribuenti, destinati ad altre attività di immagine, quanto vale per lei la nostra spiaggia? Il tempo stringe e siamo tutti in attesa di un suo passo». 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, l'autopsia: Maycons ucciso da una emorragia

  • Investita sulle strisce pedonali nella strada maledetta: grave una donna di 53 anni

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, ci sono 10 indagati tra medici e infermieri

  • «Mi ha fotografata mentre ero in bagno». Scoppia la lite al mare, arriva la polizia

  • Agguato sotto casa, accerchiato e aggredito da due uomini: uno era incappucciato

  • Tamponano un carabiniere, l'auto si ribalta: all'ospedale due donne e un neonato

Torna su
AnconaToday è in caricamento