Presidio ospedaliero, il Pd deposita un'interpellanza

A settimane dalle rassicurazioni del sindaco Misiti riguardo la paventata chiusura del distretto sanitario di Sirolo, interviene il Partito Democratico di Sirolo sul fatto

A settimane dalle rassicurazioni del sindaco Misiti riguardo la paventata chiusura del distretto sanitario di Sirolo, nonostante i diversi incontri con l’Asur, interviene il Partito Democratico di Sirolo sul fatto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo notato che questa amministrazione ancora brancola nel buio più completo e pertanto chiediamo di avere risposta scritta riguardo una serie di interrogativi che ci poniamo assieme ai nostri concittadini. La Giunta Comunale con delibera n. 175 dello 07/12/2017 concede in comodato d’uso gratuito alcuni locali, per l’espletamento di servizi sociali e sanitari integrati, all’ATS n. 13 con capofila il comune di Osimo. Detti locali sono siti al piano terra del Distretto Sanitario ubicato in via Moricone, ex Opera Pia Ospedale San Michele, di proprietà comunale, individuati con il colore arancione nella planimetria allegata alla delibera di Giunta sopra menzionata. I suddetti servizi sociali e sanitari integrati prevedono fra l’altro la realizzazione di un PUA da parte dell’ATS 13.Quello che non si riesce ancora a comprendere, e che viene chiesto specificatamente con l’interpellanza è quali sono i servizi sociali e sanitari integrati comprensivi della realizzazione di un PUA cui fa riferimento la convenzione, poiché i suddetti servizi socio assistenziali e quelli esistenti sono contenuti nei locali individuati al piano terra, come sarà organizzato lo spazio disponibile in modo da eseguirli tutti, a cosa sarà destinato il piano primo, se i medici di base restano o andranno via, se andranno via quali sono i motivi, se restano, si è provveduto a redigere una convenzione e in tal caso qual è, quali sono le spese e i ricavi presunti per tutta l’operazione, compreso il costo per le necessarie opere di sistemazione. Speriamo che con questa interpellanza i dubbi dei cittadini sirolesi siano fugati, perché quello che manca è proprio la chiarezza, oltre, forse, ad un progetto concreto di aiuto per le fasce più deboli della popolazione, con rispetto anche delle finalità dei lasciti testamentari che stanno alla base del patrimonio dell’ex Ospedale San Michele".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Storico macellaio e uomo generoso, Furio è morto di Covid: «Il tampone fatto troppo tardi»

  • Orrore davanti al mercato: uomo trovato morto in strada dopo un tragico volo

  • Rompono le recinzioni per andare al mare, la passeggiata costa cara: 400 euro a testa

  • Dati sempre più allarmanti, Marche tra le regioni con più morti e positivi al Coronavirus

Torna su
AnconaToday è in caricamento