Impianti sportivi: il Comune ne "eredita" 51 dalle Circoscrizioni, ma molti sono fatiscenti

Berardinelli: "Molti sono in pessime condizioni, distrutti. La nostra proposta è quella di affidare una parte di questi impianti andati in rovina a gruppi di cittadini o genitori, per una gestione diretta e quotidiana"

Daniele Berardinelli, capogruppo Pdl

Di fronte al quesito per la sorte dei 51 impianti sportivi che il Comune si trova a gestire, il Pdl ha le idee chiare. “La nostra proposta è quella di affidare una parte di questi impianti andati in rovina ai cittadini, per una gestione diretta e quotidiana- spiega il capogruppo Pdl, Daniele Berardinelli-. In questo modo la gestione sarà più economica. Si tratterebbe di pulire, togliere le erbacce, aprire e chiudere le strutture. Per fare questo, gli impianti potrebbero essere affidati a gruppi di cittadini o genitori”.

Le 51 strutture il Comune le ha ereditate dalle Circoscrizioni, prima della loro abolizione. “51 impianti sono tantissimi per una città come Ancona. Molti sono in pessime condizioni, distrutti. Ci sono spuntoni di ferro, canestri rotti, porte con buchi, senza maniglie e pezzi arrugginiti. Se alcuni impianti si riuscissero a ristrutturare a prezzi modici, potrebbero essere consegnati a dei volontari. Questa potrebbe essere una soluzione” commenta ancora Berardinelli.

La Giunta non si è ancora pronunciata sulla sorte di queste strutture. Il dubbio è se sia più conveniente gestirle direttamente o se concederle a gara come avvenuto per gli impianti più grandi. Avere così tante strutture sportive sulle spalle potrebbe incidere pesantemente sul bilancio del Comune. L'interrogazione fatta dal consigliere comunale Pdl riguardo la concessione degli impianti non ha ancora avuto risposta. Dal 15 settembre, Berardinelli chiede di sapere i costi e gli incassi del Comune, derivanti dalla gestione degli impianti dati in concessione.

Per ogni impianto concesso ad una società sportiva infatti, il Comune paga un contributo variabile per la gestione. La società invece, versa al Comune la metà delle tariffe incassate. Giovedì scorso, la Corte dei Conti ha fatto acquisire dalla Guardia di Finanza, documenti nell'Assessorato dello Sport.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiuso nel balcone mentre la compagna fa sesso, è lui ad essere denunciato

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • Va al Salesi per partorire ma la bimba muore: aperta un'inchiesta

  • Accosta la macchina e perde i sensi, soccorsi inutili: morto un automobilista

  • Chiedono sigaretta e moneta, poi scatta l’aggressione: tre studenti in manette

Torna su
AnconaToday è in caricamento