Maxivariante: Idv pronta a sostenere Gramillano

I dipietristi dorici tendono una mano al Sindaco di Ancona per la riqualificazione dei contenitori pubblici. Ma Eusebi accusa: svenduto l'Umberto I

L'ex Umberto I

È Paolo Eusebi a lanciare la corda all’amministrazione Gramillano, che come al solito potrebbe trovarsi in bilico nella votazione, non avendo raggiunto la “maggioranza blindata” dei 25 (ma nemmeno quella assoluta dei 21). La maxivariante, però, s’ha da fare, quindi ecco sopraggiungere la cavalleria Idv:

“Per senso di responsabilità e per l’amore che l’Italia dei Valori ha verso un capoluogo che rischia di smarrirsi e di perdersi definitivamente, il partito e l’intero gruppo consiliare sono pronti a farsi carico di scelte che devono essere compiute.
Nel solo ed unico interesse di Ancona, l’approvazione della maxivariante è determinante per poter reperire risorse da destinare non solo e non tanto alla sanità e al welfare quanto soprattutto al rilancio dell’economia cittadina.
Di conseguenza l’Idv, certa di interpretare le istanze della parte più consapevole e responsabile della città, si dichiara disponibile ed  impegnata ad aprire un immediato tavolo di confronto con Pd, Ps, Udc, e poter porre la parola fine alla questione maxivariante, entro quindici giorni.”

Eusebi approfitta anche per togliere un sassolino dalla scarpa dei dipietristi:

“Cogliamo l’occasione per denunciare la definizione dell’operazione ex Umberto I, che è tornata al punto iniziale quando noi dell’IDV bloccammo l’offerta di soli 1,6 milioni di controvalore per una variante da 16 milioni di euro: oggi Gramillano e Pasquini e l’intera Giunta (che in base a una legge di Berlusconi ha ora i poteri approvativi che erano del consiglio che non l’avrebbe mai approvata) si accontenta di 1,6 milioni e di un parcheggio dentro l’Umberto I che serve a poco. Cosa c’è dietro questa operazione, viene da chiedersi? Forse qualcosa di poco chiaro? Gli interessi di Ancona sono stati evidentemente svenduti.”
 

Potrebbe interessarti

  • «Sai come se dice in Ancona?» I proverbi top del capoluogo marchigiano

  • La 5°B si ritrova 40 anni dopo la maturità: gita, ricordi e serate mondane

  • Quando il proverbio nasce in corsia: «Qua non ce salva manco Bombi!»

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

I più letti della settimana

  • Cellulare in bagno per copiare la versione, espulso dall'esame di maturità

  • La vacanza finisce in tragedia: giovane papà muore schiacciato da un quad

  • L'invito a cena è una trappola: sequestrata in casa e stuprata

  • In porto c'è l'Andrea Doria, il caccia della Marina aperto al pubblico per le visite a bordo

  • Chiedevano 70 euro a prestazione, scoperta la casa squillo sulla Flaminia

  • Scontro tra due auto e uno scooter, c’è un ferito e traffico paralizzato

Torna su
AnconaToday è in caricamento