Hotel House, il consiglio approva la deliberazione da inviare alle Camere

Il “condominio-quartiere” di Porto Recanati sarà al centro delle attenzioni nazionali attraverso un’apposita voce di Bilancio

Dopo circa quattro ore di intenso dibattito, ha ottenuto il via libera dell’Assemblea legislativa,con 19 voti a favore, 3 astenuti e 4 contrari,  la proposta di deliberazione concernente la richiesta, da inviare alle Camere, per inserire all’interno del Bilancio di previsione dello Stato 2017 e pluriennale 2017/2019 un apposito capitolo di spesa per la messa in sicurezza e riqualificazione urbanistica della struttura abitativa di Porto Recanati, nota come “Hotel House”.

La proposta originaria, che ha avuto un iter piuttosto spedito (era stata infatti depositata a fine settembre), porta la firma dei consiglieri Luca Marconi (Udc), primo firmatario, Fabio Urbinati (Pd), Boris Rapa (Uniti per le Marche) e dell’assessore Angelo Sciapichetti, ai quali si sono successivamente aggiunti i consiglieri Francesco Micucci (Pd) e Peppino Giorgini (M5S) . Si tratta di un passaggio fondamentale per cercare di arginare concretamente un problema di ordine strutturale, abitativo, sociale e di pubblica sicurezza di enormi dimensioni. Un problema che, attraverso la deliberazione, assurge a questione di carattere nazionale, non potendo più essere gestito a livello locale. Soddisfazione per l’approvazione dell’atto è stata espressa dal consigliere primo firmatario, Luca Marconi: “Con la legge si pone in primo piano, a livello di emergenza nazionale, la situazione dell’Hotel House e, con esso, quella dell’area interessata e del comune di Porto Recanati che ospita la struttura”.

«Non è secondario il fatto che vi sia stato un dibattito di quasi quattro ore sull’argomento – aggiunge Marconi – a testimonianza di un problema reale e molto sentito per giungere ad un provvedimento che offre una soluzione concreta rispetto a tante chiacchiere da salotto che si sono protratte per oltre dieci anni». «L'intento – ha concluso Marconi – non è quello di favorire la speculazione o qualche privato, ma esclusivamente quello dell’inserimento del condominio-quartiere nel novero delle priorità sulle quali intervenire per una riqualificazione urbana così come fatto per altre zone degradate delle grandi città italiane».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Giorgio attore con la valigia: «Qui il teatro è morto, aiuterò i bambini in Polonia»

  • Incidenti stradali

    Contromano a folle velocità, poi carambola contro un'auto e si ribalta

  • Cronaca

    Hiv, la Procura: «Condannate l'untore a 18 anni di reclusione»

  • Cronaca

    Pensionato aggredito, il rapinatore lo colpisce e gli ruba il portafogli

I più letti della settimana

  • Torna la paura, un forte terremoto scuote il Centro Italia

  • Controlli in tutta la città, denunciato un giovane trovato con 1 grammo di hashish

  • Luoghi e miti del Conero, le 10 leggende più affascinanti della riviera

  • Minorenni adescate e violentate per girare film hard

  • La madre entra in camera per svegliarla, Beatrice è morta nel sonno

  • "Sindaco e comandante allergiche alla polizia giudiziaria": scontro frontale nella Municipale

Torna su
AnconaToday è in caricamento