Fucili agli agricoltori contro i cinghiali, Busilacchi contro la Mancinelli

Dopo le dichiarazioni del sindaco di Ancona Valeria Mancinelli ecco la risposta del consigliere regionale Gianluca Busilacchi: "Ma sapete che genere di proiettili si usano per la caccia ai cinghiali?"

Gianluca Busilacchi

Cinghiali sul Conero, botta e risposta in casa Pd tra il sindaco di Ancona e il capogruppo in consiglio regionale. Alle parole del primo cittadino Valeria Mancinelli risponde Gianluca Busilacchi. Un lapidario "non scherziamo" che non lascia dubbi alle interpretazioni. «Trovo paradossale – scrive il capogruppo regionale Pd - che c'è chi vorrebbe consentire agli agricoltori di poter sparare liberamente ai cinghiali: ma sapete che genere di proiettili si usano per la caccia al cinghiale? Non scherziamo. Da alcuni anni mi batto per la eradicazione dei cinghiali sul Conero ed anche grazie agli atti che ho portato anni fa in consiglio regionale, l'Ente Parco ha incrementato l'azione dei selettori (persone sottoposte ad adeguata formazione e rispetto rigidissimo di regole) che hanno prodotto la quasi totale eradicazione del cinghiale dal Conero».

Proprio Busilacchi nei giorni scorsi è stato vittima di uno spiacevole episodio. A pranzo con la sua famiglia è stato raggiunto da alcuni pallini esplosi da un cacciatore. Nessun ferito, per fortuna, ma immediatamente l'accaduto è stato denunciato alla polizia provinciale. "Alcuni piombini da caccia mi sono piovuti addosso (bucando la gonna della moglie di un mio amico, ieri presente con me). - racconta - La prima cosa che abbiamo appreso, da un analisi del foro prodotto dal piombino, è che il colpo è stato sparato ad altezza uomo da una distanza di non più di 60/70 metri e che se avesse preso me o mio figlio in viso avrebbe prodotto dei danni irreparabili. La nostra denuncia ha attivato le autorità competenti, che spero trovino al più presto il responsabile. Ho deciso di dar seguito, come consigliere regionale, ad una serie di iniziative per il maggiore rispetto delle regole relative alla caccia e anzi per irrigidire alcune norme, a maggiore tutela dei cittadini e delle loro libertà. È bene – conclude - che su questo tema, come su qualsiasi tema amministrativo, l'improvvisazione di proposte infondate rimanga nel campo delle battute di spirito (talvolta di pessimo gusto), e che le reali soluzioni dei problemi vengano affidate a chi per competenza ed esperienza ne ha piena titolarità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

  • Allarme meningite, maestra in gravi condizioni: scatta la profilassi a scuola

Torna su
AnconaToday è in caricamento