Elezioni, sgambetto a sinistra: ad Offagna vince Capitani

Nel paese della Rocca a rischio default i cittadini disertano le urne. Il nuovo sindaco dovrà subito fare i conti con il bilancio, pena un nuovo commissariamento

Nei comuni sotto i 15mila abitanti si vota a turno unico e già da ora sono stati proclamati i sindaci eletti. A Offagna vince Ezio Capitani, candidato della lista Rinascita per Offagna (appoggiata da Sinistra Italiana) ma la strada è subito in salita: il commissariamento dopo le dimissione del sindaco Gatto, la crisi finanziaria dovuta al risarcimento da 2 milioni di euro e il rischio dissesto. E con il rischio di dover subire un commissariamento visti gli impegni di legge di approvazione del bilancio (sempre che si riuscirà a chiuderlo). 

Ad ogni modo Capitani raccoglie 710 voti (58%) battendo Donatella Manetti (Offagna per tutti, appoggiata dal Partito Democratico) che si ferma a 397 voti e Danilo Pasqualini (Per la nostra Offagna) a quota 88. Pensionato da pochi mesi, Capitani ha 63 anni ed è stato consigliere comunale ad Offagna dal 1975 al 1980 e dal 1985 al 1990. Dal 90 al 98 è stato assessore provinciale al Bilancio e primo Presidente del Sistema Museale della Provincia di Ancona e dell'Erap dal 2006 al 2012. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

  • Colto da un infarto in auto, choc nel parcheggio del centro commerciale

Torna su
AnconaToday è in caricamento