Elezioni, Lodolini (Pd): «A Jesi avrei fatto le primarie»

A dirlo è l'On. Emanuele Lodolini che, nel corso del suo intervento, a conclusione del dibattito, ha sottolineato alcuni punti

Emanuele Lodolini

«Il risultato delle elezioni amministrative ha aperto un'immediata riflessione in seno al Partito Democratico con la convocazione a Chiaravalle già lo scorso lunedì, dell'assemblea provinciale alla presenza anche di Matteo Ricci, responsabile nazionale Enti locali del PD e sindaco di Pesaro.
Tre ore di discussione appassionata iniziata con l'Introduzione di Matteo Ricci che poi è rimasto ad ascoltare i Tanti interventi, pieni di suggerimenti e di proposte innovative». A dirlo è l'On. Emanuele Lodolini che, nel corso del suo intervento, a conclusione del dibattito, ha sottolineato alcuni punti.

«Il dato dei risultati va visto nel complesso regionale e nazionale - continua Lodolini - dove il PD ha avuto importanti riscontri e segnali da non sottovalutare. Ad esempio i 5 Stelle che vinsero lo scorso anno a Castelfidardo oggi, diversamente da un quadro nazionale, sono al ballottaggio a Fabriano. Nelle diverse situazioni locali c'è stato qualche errore di valutazione che va chiarito non con la caccia alle streghe e dei colpevoli, ma con maturità e spirito critico». L'assemblea è stata l'occasione per fare il quadro della situazione e dell'attività parlamentare che stiamo portando avanti come partito di governo»

«Il Partito Democratico raccoglie consensi e vince quando affronta i temi che interessano i cittadini e dimostra coerenza. Dobbiamo migliorare sempre di più la nostra capacità di ascoltare i cittadini e di interpretarne le esigenze di fondo. E dobbiamo migliorare sempre di più la capacità del Pd di far conoscere la sua azione nelle istituzioni e nella società, illustrandone a dovere, con energia e con intelligenza, le ragioni e i risultati. Non è una questione di comunicazione, è politica. La priorità sono non i posizionamenti autoreferenziali ma i contenuti: lavoro, sicurezza, servizi, investimenti. L'Assemblea provinciale è quello che ci voleva per dare concretezza e profondità all'ampio lavoro politico che nei prossimi mesi saremo chiamati a mettere in campo a livello sia nazionale che regionale aiutando il Presidente Ceriscioli in una fase di certo non semplice. Arrivando, come sembra, al termine naturale della Legislatura nella primavera prossima sarà complicato non svolgere i Congressi territoriali del PD completando così l'iter congressuale»

Tornando al risultato delle amministrative il deputato anconetano puntualizza: «in una città come Fabriano, vittima dalla crisi del settore industriale e colpita anche dal terremoto abbiamo l'occasione, al ballottaggio, di far emergere le idee per proseguire il lavoro svolto dalle precedenti amministrazioni locali e sostenere il tessuto sociale. Giovanni Balducci è stato assessore nella giunta Sagramola e ritengo che abbia le carte in regola per ottenere la fiducia dei suoi concittadini. Lo stesso contiamo che accada a Civitanova con la riconferma di Corvatta. Il risultato di Jesi ha portato alle dimissioni del segretario comunale Santarelli. Gli jesini hanno dimostrato di aver apprezzato il lavoro del sindaco Bacci. Su Jesi avevo idee diverse sul da farsi e comunque avrei fatto le Primarie. Più è complicata la partita più il PD non deve avere paura di aprirsi. Non può pagare Santarelli per tutti. Le responsabilità sono diffuse e non sono solo su Jesi. Va ringraziato Osvaldo Pirani per aver raccolto una sfida molto difficile»

Potrebbe interessarti

  • «Sai come se dice in Ancona?» I proverbi top del capoluogo marchigiano

  • La 5°B si ritrova 40 anni dopo la maturità: gita, ricordi e serate mondane

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

  • Spiagge last minute a prezzi stracciati: basta un click con la startup anconetana

I più letti della settimana

  • Cellulare in bagno per copiare la versione, espulso dall'esame di maturità

  • La vacanza finisce in tragedia: giovane papà muore schiacciato da un quad

  • L'invito a cena è una trappola: sequestrata in casa e stuprata

  • In porto c'è l'Andrea Doria, il caccia della Marina aperto al pubblico per le visite a bordo

  • Chiedevano 70 euro a prestazione, scoperta la casa squillo sulla Flaminia

  • Scontro tra due auto e uno scooter, c’è un ferito e traffico paralizzato

Torna su
AnconaToday è in caricamento