«Riapriremo il passo del lupo», arriva la promessa elettorale

Questa è la prima promessa elettorale in programma di Fabia Buglioni che si presenta alle prossime elezioni amministrative di Sirolo con la lista civica XSirolo

SIROLO - «Riapriremo il Passo del Lupo». E' questa la prima promessa elettorale in programma di Fabia Buglioni che si presenta alle prossime elezioni amministrative di Sirolo con la lista civica XSirolo. «Se verremo eletti –spiega la candidata Sindaco Fabia Buglioni- abbiamo pronto un progetto per la riapertura del sentiero del Passo del Lupo, il cui vero nome in realtà è Passo della Croce, uno dei sentieri più belli e panoramici di Sirolo che scende fino alla spiaggia delle Due Sorelle, biglietto da visita della Riviera del Conero e star della promozione turistica della Regione Marche. La riapertura di questo sentiero chiuso da tanti anni rientra tra quei progetti che noi della lista XSirolo stiamo mettendo in campo per la valorizzazione del territorio e del turismo. Si pensa anche al turismo escursionistico di nicchia essendo un sentiero di difficoltà elevata, quindi non per tutti. Questo progetto inoltre terrà conto delle realtà che già offrono servizi in questo senso».

Questa decisione di Fabia Buglioni e del gruppo XSirolo dimostra il primo deciso cambio di passo: «Il passo del lupo è un sentiero impervio. Con questa premessa però il nostro territorio può e deve intercettare un segmento turistico legato alle escursioni specializzate che portino in loco proposte nuove ed economia fuori stagione, economia sostenibile, consapevole e rispettosa del meraviglioso ambiente che ci circonda. L’amministrazione comunale deve occuparsi della convivenza tra la fruizione e la pericolosità, attivando tutti quegli accorgimenti che possano consentire l’utilizzo in sicurezza del sentiero e facendo giusta informazione, puntuale e nella massima trasparenza. Se fino a ieri questo sentiero è stato campo di scontro politico, a volte aspro, oggi si intende superare la contrapposizione sentiero aperto/chiuso attraverso un progetto che coniughi l’amore per il territorio legato al buonsenso e alla voglia di allargare gli orizzonti».

«Il monte Conero -continua Buglioni- contiene delle grandi storie e sta a noi imparare a raccontarle per far vivere al turista un’esperienza ed una serie di emozioni da portare a casa come bagaglio indimenticabile. Questa valorizzazione consente di consolidare il rapporto stretto dei sirolesi con il monte Conero, un rapporto fatto da sempre di amore, di frequentazione quotidiana: dal paleolitico alla vita monastica, fino ad arrivare allo sfruttamento industriale per la cava della pietra, che ha dato lavoro a molti sirolesi. Tracce e memoria da conservare per tenere unita la popolazione con le proprie radici. E’ interessante anche ristabilire la corretta toponomastica legata al passato dei luoghi, come detto difatti, quello che ormai è alla ribalta internazionale come Passo del lupo, in realtà è il Passo della croce che attraverso il sentiero delle Due sorelle porta all’omonima spiaggia. Visto che a Sirolo la prima economia è rappresentata dal turismo, è senz’altro di grande interesse in periodi di bassa stagione, non propriamente balneare, utilizzare le carte vincenti del territorio, quell’immenso patrimonio storico-culturale-ambientale inestimabile, per attrarre un target turistico diverso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento