Elezioni comunali ad Osimo, Migliozzi candidato con le liste di progetto Osimo

Consigliere comunale di maggioranza, ha deciso di non sostenere il sindaco uscente Pugnaloni alle prossime elezioni amministrative e di appoggiare invece la candidatura a sindaco di Achille Ginnetti

Lanfranco Migliozzi

Lanfranco Migliozzi candidato con le liste di Progetto Osimo. Consigliere comunale di maggioranza, ha deciso di non sostenere il sindaco uscente Pugnaloni alle prossime elezioni amministrative e di appoggiare invece la candidatura a sindaco di Achille Ginnetti. Sessant’anni, Migliozzi si occupa di sistemi informatici. È entrato in Consiglio comunale nel 2017.

«Non mi sono dimesso dal ruolo di consigliere comunale e sono rimasto nella maggioranza per un atto di responsabilità, il Comune poteva essere commissariato. In questi 5 anni mi sono messo a disposizione di Osimo e degli osimani. L’esperienza di amministratore PARK.O e di consigliere comunale, mi ha permesso di capire limiti e potenzialità delle società partecipate e della macchina comunale, per troppi anni abbandonate a vecchi usi e costumi- dichiara-. Ho scelto di ricandidarmi a consigliere comunale nella lista a sostegno di Progetto Osimo, voglio continuare a contribuire, con fatti concreti e a rispondere alle esigenze dei cittadini. Le scelte di un’amministrazione devono partire dal basso e non essere imposte dall’alto. Mi riferisco ad esempio alle decisioni della Regione per la sanità osimana. Nella politica dal basso ho trovato il punto di contatto principale con Progetto Osimo, di cui ho molto apprezzato la campagna di ascolto “Parlaci dei tuoi sogni”». Tra gli obiettivi che Migliozzi intende perseguire: ascolto, analisi delle problematiche; ricerca e messa di opera di soluzioni per la valorizzazione dei dipendenti comunali e delle partecipate; maggiori servizi e minori costi ai cittadini; rilancio del centro storico come elemento aggregante della cittadinanza; creazione di strutture permanenti dedicate alla cultura come una biblioteca multimediale dove si possa leggere, studiare, navigare in Internet, ascoltare musica, vedere film, incontrarsi ad eventi per adulti, bambini e famiglie; attenzione al sociale e una diversa visione su efficientamento energetico e rifiuti.

Potrebbe interessarti

  • «Sai come se dice in Ancona?» I proverbi top del capoluogo marchigiano

  • La 5°B si ritrova 40 anni dopo la maturità: gita, ricordi e serate mondane

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

  • Spiagge last minute a prezzi stracciati: basta un click con la startup anconetana

I più letti della settimana

  • Cellulare in bagno per copiare la versione, espulso dall'esame di maturità

  • L'invito a cena è una trappola: sequestrata in casa e stuprata

  • In porto c'è l'Andrea Doria, il caccia della Marina aperto al pubblico per le visite a bordo

  • La vacanza finisce in tragedia: giovane papà muore schiacciato da un quad

  • Chiedevano 70 euro a prestazione, scoperta la casa squillo sulla Flaminia

  • Scontro tra due auto e uno scooter, c’è un ferito e traffico paralizzato

Torna su
AnconaToday è in caricamento