Comunali 2108, tutti i motivi per votare Falconara a Sinistra

"Invertire le priorità dell'ultimo decennio, tutte imperniate sull'apparenza e la vacuità, e riportare al centro dell'attenzione e del bilancio comunale i problemi reali"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Invertire le priorità dell'ultimo decennio, tutte imperniate sull'apparenza e la vacuità, e riportare al centro dell'attenzione e del bilancio comunale i problemi reali: questo è in estrema sintesi quel che propone Falconara a Sinistra. Per ricostruire quella coesione tra le persone che è andata scomparendo i temi debbono essere il lavoro, il sociale e l'ambiente, anziché sfilate di moda, mercatini, neve artificiale e centri commerciali che hanno distrutto scientificamente il commercio di prossimità. Il centrodestra ha sposato il liberismo più sfrenato, esternalizzando gran parte dei servizi pubblici propri dell'amministrazione senza curarsi del giusto compenso dei lavoratori e della qualità delle prestazioni offerte ai cittadini. Il tutto improntato unicamente ad incamerare denaro, per dare poi voce alla grancassa della propaganda incancrenendo i problemi nascosti sotto al tappeto. Falconara a Sinistra vuol fare esattamente il contrario: conoscere a fondo tutte le criticità e concertare le soluzioni. Prima il lavoro, la disabilità, il disagio sociale, l'ambiente, gli anziani, la scuola, le barriere architettoniche, l'integrazione, la sicurezza il rispetto delle leggi e delle regole di convivenza. Poi i divertimenti, le sagre, i concertini. Lo scopo è restituire un benessere diffuso e trasformare le infrastrutture del territorio in occasioni di crescita e prosperità anziché subirle: per questa e per molte altre ragioni, votare Falconara a Sinistra dovrebbe essere nell'interesse di ognuno.

Il Comitato Elettorale (Laura Sebastianelli)

I più letti
Torna su
AnconaToday è in caricamento