Santini elettorali nel bagno dell’ospedale, é polemica tra i candidati

Ad accendere la miccia a due gironi dalle elezioni è la candidata FI Teresa Stefania Dai Pra’ che ha puntato il dito contro il candidato Pd Tommaso Fagioli

Fagioli e Dai Prà

Un plico di santini elettorali appoggiati su una mensola del bagno dell’ospedale regionale fa scoppiare la polemica a due giorni dalle votazioni. Ad accendere la miccia è stata Teresa Stefania Dai Prà, candidata per Forza Italia al prossimo consiglio comunale, che ha puntato il dito contro la scelta di fare campagna elettorale all’interno del nosocomio. Nel mirino della Dai Pra’ c’è il consigliere Pd e candidato a nuovo mandato Tommaso Fagioli. E’ suo il volto immortalato e meglio riconoscibile in uno di quei santini (foto in basso). «La politica è una questione seria e la campagna elettorale si deve fare per strada, sui social, nei luoghi preposti ma certamente non nei bagni degli ospedali- commenta la Dai Pra’- le persone che sono ricoverate sono lì per curarsi o per dare sostegno a chi soffre e non è opportuno superare il limite del rispetto al dolore. Comprendere la frenesia degli impegni elettorali è giusto, cercare di contattare il maggior numero di persone è lecito ma siamo sicuri che il candidato Fagioli o chi per lui, non abbia esagerato nel lasciare i suoi Santini nei bagni dell'ospedale di Torrette? Purtroppo pochi mesi fa un altro candidato alle nazionali del partito era caduto nello stesso errore. Ritengo sia opportuno darsi delle regole e soprattutto non esagerare soprattutto nei luoghi dove la parola rispetto per il dolore devono essere chiuse ad ogni propaganda politica». 

La replica

«Quei santini in ospedale non li ho portati io e non so neppure come ci siano arrivati là- ha replicato il candidato Pd- condivido il fatto che la propaganda non si fa negli ospedali così come nei luoghi di culto, posti per i quali ho sempre avuto il massimo rispetto. Ho fatto campagna elettorale in mezzo alla gente e avevo a disposizione 5.000 pezzi, non posso sapere dove siano andati a finire tutti. Un candidato ha sufficiente intelligenza per non portare i santini dove c’è dolore» ha concluso Fagioli. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Schianto in superstrada, camion invade la corsia di sorpasso e fa ribaltare un'auto

  • Gli amici lo aspettano per cena, ma lui non arriva: lo trovano morto in bagno

Torna su
AnconaToday è in caricamento