Ballotaggio al veleno, strappati i manifesti elettorali: denuncia ai carabinieri

Nella notte prima del silenzio elettorale un atto vandalico che sporca il finale della campagna elettorale: «Atto deplorevole, i falconaresi sapranno condannare con forza»

Uno dei manifesti strappati

Una brutta sorpresa, questa mattina (sabato 23 giugno) ha squarciato il silenzio elettorale nel giorno prima del ballottaggio tra Stefania Signorini e Marco Luchetti per la fascia tricolore di sindaco. I manifesti della Signorini, nella notte, sono stati strappati. «Quanto successo mi è stato riferito questa mattina – spiega la candidata Signorini – e inizialmente pensavo che fosse successo solo in alcune zone della città. Poi sono andata a verificare personalmente e ho trovato tutti i manifesti strappati. Si tratta di un atto vandalico che trovo davvero deplorevole». Immediata la denuncia delle liste civiche Falconara in Movimento, Uniti per Falconara, Direzione Domani e Ridisegnare Falconara, che appoggiano la Prof. «Non ci sono abbastanza parole - si legge in una nota - per commentare il comportamento antidemocratico di ignoti che nella notte sono andati a staccare tutti i manifesti elettorali della candidata sindaco Stefania Signorini. In tutte le postazioni comunali destinate alla propaganda diretta i cartelloni della nostra coalizione sono stati strappati. I fatti sono stati già denunciati ai carabinieri della Tenenza di Falconara Marittima. Nel corso della campagna elettorale Stefania Signorini e tutta la coalizione sono state più volte bersagliate dagli avversari con critiche infondate e accuse inventate lontane anni luce dal civile dibattito politico che dovrebbe distinguere uno Stato democratico. Bugie strumentali, veleni veicolati ad arte che hanno inasprito il clima e che, probabilmente, hanno trovato sfogo in quest'ultimo deplorevole episodio. Siamo certi che cittadini falconaresi sapranno condannare con forza questo gesto dannoso per l'intera città e per il dibattito civile e per la democrazia».

Intanto sui social impazza la polemica. Loris Calcina, candidato delle liste Falconara Bene Comune/Cittadini in Comune e Siamo Falconara-Sinistra in Comune, ora apparentato con il candidato del Partito Democratico, Marco Luchetti, è intervenuto esprimendo solidarietà alla Signorini: «In merito all'episodio dei manifesti strappati, vogliamo ricordare che non si conoscono gli autori di questa disdicevole azione. Potrebbe averlo fatto chiunque. Ci dispiace molto per la candidata, Il nostro elettorato non si abbasserebbe mai ad azioni del genere. Sarebbe una manovra molto sciocca e controproducente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Un male incurabile le ha spento il sorriso, la città piange Carla Fraboni

  • Perde il controllo, finisce fuori strada, si ribalta e resta in bilico sul muretto

Torna su
AnconaToday è in caricamento