Degrado in città, Ballanti: «Restituire dignità ad Ancona, basta slogan ridondanti»

A parlare è Daniele Ballanti, che polemizza sull'immobilismo dell'Amministrazione riguardo il degrado in alcune zone della città

«La città ha luoghi in stato di degrado da settimane, mesi, anni, ma nessuno interviene. Il Piano San Lazzaro è il regno del degrado, basti guardare come è ridotto il più importante snodo delle linee cittadine che si incrociano nel centro scambiatore». A parlare è Daniele Ballanti, che polemizza sull'immobilismo dell'Amministrazione riguardo il degrado in alcune zone della città. 

«Le tre panchine divelte a causa di un incidente di novembre 2017, triste incidente nel quale ha perso la vita il conducente e perso l’uso delle gambe un malcapitato giovane - continua - sono da ben 6 mesi accartocciate e in stato indecoroso, come tutte le pareti del centro scambiatore stesso. E’ impossibile pensare che nessuno possa porre rimedio a questo degrado, ad iniziare dalla proprietà, cioè l’Amministrazione, dato che ormai le perizie delle assicurazioni avranno ben valutato le dinamiche i il numero dei danni. Il secondo caso di degrado e incuria è l’ingresso monumentale della Mole Vanvitelliana con il ponticello invasi da numerosi cartelli di divieto di accesso, di sosta e di pericolo che nessuno rispetta, perché come al solito mancano controlli. L’entrata delle auto dentro al Mole è quotidiana e, oltre che inutili, i numerosi cartelli inquinano la visuale e la bellezza della facciata settecentesca del complesso Vanvitelliano, che è di fatto umiliata».

«Basterebbe molto poco per restituire dignità, decoro, pulizia ad Ancona - conclude basta spostarsi dalle nuove sedi elettorali e volgere l’attenzione alla città, quella vera, non quella del centro e degli slogan ridondanti. Pensiamo a risolvere il degrado e a curare di più la città».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

  • Allarme meningite, maestra in gravi condizioni: scatta la profilassi a scuola

Torna su
AnconaToday è in caricamento