Morte Roberto Farroni, il ricordo di David Favia

Il leader anconetano dell’Idv ricorda l’ideatore del Museo Omero scomparso oggi all’età di 58 anni: “Si è spento un grande figlio della nostra città”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Roberto Farroni era poco più grande di me. Ne ricordo la simpatia, la prestanza, la voglia di vivere e di fare quand’era ragazzo prima dell’incidente e ricordo la costernazione che si sparse in città quando rimase paralizzato.

La sua grande tenacia lo ha portato a vivere una vita intensa anche dopo l’incidente, pur con i limiti della sua condizione fisica: la sua galleria d’arte era un punto d’incontro e di dibattito cittadino.
Il Museo Omero è il fiore all’occhiello di Ancona e della vita di Roberto.

Abbiamo condiviso la passione per la Cecoslovacchia prima e dopo la caduta del muro di Berlino.
Abbiamo condiviso la passione per l’arte e per la cultura: ne abbiamo parlato spesso.
Roberto ha dato tanto ad Ancona, come esempio, come operatore e come politico.
Ne piango la scomparsa con rispetto e commozione: si è spento un grande figlio della nostra città


David Favia
 

Torna su
AnconaToday è in caricamento