Crisi giunta: ancora 48 ore per Gramillano. Ma Favia dice no

C'è tempo fino a sabato per trovare un accordo e scongiurare le elezioni anticipate. Ma David Favia (Idv) gela tutti: "Possibilità pari a zero". Gramillano tentato dal "governo di minoranza"

Ancora 48 ore per il Sindaco di Ancona Fiorello Gramillano. 48 ore per riannodare tutti i fili e trovare un accordo che riesca a mettere insieme il Pd, l’Idv e l’Udc: scade infatti sabato 4 febbraio il termine ultimo per rassegnare le dimissioni (nel caso che l’accordo non si trovi) e andare a votare a primavera. In caso contrario, la città verrebbe commissariata per un anno, un’onta che potrebbe facilmente costare la vittoria alla coalizione indicata come responsabile.
Ma la quadra, almeno oggi, sembra molto lontana.

È di oggi l’intervista dell’Onorevole David Favia, leader dei dipietristi dorici, che sul Messaggero dichiara laidario: “le possibilità di un accordo allo stato attuale sono pari a zero”, sia per il programma che per la giunta. Sul fronte delle cose da fare, i punti “irrinunciabili” per l’Idv erano chiari da tempo: bilancio a sostegno del lavoro, risoluzione ex Metro per pagare i lavori a Piazza Cavour, progetto per Piazza Pertini, sistema parcheggi, fusione tra Muse e Stabile, aggregazione delle partecipate. Ma il documento portato dai democrat, lamenta l’onorevole, non dà garanzie precise.
Seconda questione, la giunta: Idv e Udc vogliono che si dia un preciso segnale di discontinuità, ma a quanto pare Gramillano avrebbe dato disponibilità a toccare solo poche poltrone, un sacrificio insufficiente per i due possibili partner.

Se davvero i due partiti lasceranno il tavolo, le possibilità per il primo cittadino sono solo due: rassegnare le dimissioni (nella speranza che le forze politiche, troppo spaventate dall’ipotesi delle elezioni anticipate, usino i 20 giorni che la legge mette loro a disposizione per stringere un patto e scongiurare le urne) oppure procedere con un “governo di minoranza” sostenuto da una lista civica senza partiti, contando magari sull’appoggio di Serenella Moroder, consigliere “dissidente” in quota Idv.   
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento