La proposta: cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano

La proposta dalla provincia dorica che riguarda Mimmo Lucano, il sindaco di Riace arrestato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Mimmo Lucano - Ansa

“Vogliamo costruire le condizioni perché Jesi accolga come uno di noi chi ha saputo accogliere. Siamo certi che in pochi giorni un comitato possa nascere e che nelle istituzioni tanti consiglieri accoglieranno questo invito". L'idea lanciata di Rifondazione Comunista è quella di consegnare la cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano, il sindaco di Riace arrestato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti.

"In queste settimane siamo stati in tanti, associazioni e singoli ad esprimere la solidarietà a Domenico Lucano sindaco di Riace incolpato di “reato di umanità” per avere in questi anni con coraggio e tanta determinazione trasformato la sua città morente, in un luogo aperto ai migranti di ogni Paese e costruito con loro un modello di comunità partecipe, solidale e prospera. Insomma la dimostrazione che davvero un altro mondo è possibile quando c’è fantasia e tanta, tanta umanità. Il clima brutto di questo tempo, quello della discriminazione, dei poveri contro i poveri, del risorgente razzismo, alimentato ogni giorno dall’ alto, ha contribuito non poco ad un provvedimento giudiziario che mai come in questo caso testimonia della distanza tra legge e giustizia. Ora però è il momento che la nostra solidarietà si trasformi in atti concreti. Dopo gli arresti domiciliari, ora Mimmo Lucano è diventato un esule, liberato ( perché troppo grande era loiato tra ipotetiche accuse e misure di custodia) è stato costretto a lasciare la sua amata Riace. E se Riace è inibita a chi pratica la solidarietà proviamo ad ospitare in ogni città il testimone di questa solidarietà. Chiediamo che in tante città si proponga la cittadinanza onoraria per quest’ uomo di pace.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento