Fine vita, il comune formalizza le procedure

L’ufficio competente a ricevere le D.A.T. sarà quello di Stato Civile che ha il solo compito di ricevere, registrare e conservare le disposizioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Anche Camerano formalizza le procedure per il ricevimento e la registrazione delle istanze in materia di Disposizioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) comunemente chiamato Testamento Biologico o di Vita. La D.A.T. è un documento strettamente personale con cui una persona maggiorenne, capace di intendere e di volere, esprime la propria volontà in merito ai trattamenti sanitari nel caso in cui si trovasse in condizione di non poter manifestare la propria volontà. In sostanza può dichiarare se accettare o rifiutare trattamenti sanitari, accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche, dopo aver acquisito informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte. Per essere valida, la dichiarazione deve contenere il nome di almeno un fiduciario che si impegna a garantire il rispetto delle volontà espresse dall’intestatario della D.A.T., che fa le sue veci e che lo rappresenta nelle relazioni con il medico e le strutture sanitarie. L’ufficio competente a ricevere le D.A.T. sarà quello di Stato Civile che ha il solo compito di ricevere, registrare e conservare le disposizioni e a cui è possibile richiedere qualsiasi informazione di persona o tramite e-mail all’indirizzo servizidemografici@comune.camerano.an.it. Indicazioni generali e modulistica saranno pubblicate nei prossimi giorni nell’apposita sezione “Servizi Demografici” all’interno dell’area dedicata agli “Uffici Comunali”.

Assessore Urp Costantino Renato

Torna su
AnconaToday è in caricamento