Mercato delle Erbe e dehors: la Celestini replica ai commercianti

L'asessore al commercio risponde alle accuse di immobilismo apparse oggi sulla stampa:"In arrivo 120 mila euro per gli operatori commerciali". Ma i dehors si devono spostare

L'assessore al Commercio Adriana Celestini

L’assessore Adriana Celestini, non ci sta a farsi mettere sulla graticola dai commercianti, e risponde punto su punto in un articolato comunicato stampa.
Il titolare della delega al commercio era finita nell'occhio del ciclone per il malcontento degli esercenti anconetani, che sulle pagine dei principali quotidiani della città si sono lamentati “dell’immobilismo dell’amministrazione comunale rispetto ai problemi che in questo periodo possono pesare sugli operatori commerciali”.

Replica la Celestini:
“L’Amministrazione comunale […] tra le altre cose – consapevole dei problemi degli operatori dei quartieri Piano S.Lazzaro e  Guasco san Pietro-   ha messo in campo un bando per contributi pari a 120.000,00 euro complessivi da dividere tra gli operatori e la giunta si è presa l’incarico di coprire l’importo di tale bando  con la prima alienazione di immobile  effettuata.
 L’assessore al Patrimonio sta cercando di attuale tale operazione in tempi brevi per onorare questo impegno.
Per quanto riguarda la questione dei dehors di Corso Mazzini, l’Amministrazione si è adoperata  affinché , nel rispetto di quanto richiesto dalla Soprintendenza  nonchè da cittadini e associazioni culturali che chiedono maggiore fruibilità della zona antistante la Fontana del Calamo,  si potesse tentate una mediazione  che non penalizzasse troppo gli operatori e permettesse quanto richiesto.

Venendo infine al Mercato della Erbe, è stata avviata una trasformazione per  cercare di rendere il mercato oltre che un’area agro-alimentare anche una zona di eventi  compatibili con la sua  vocazione tradizionale che servano a dare un impulso nuovo alle attività presenti.  
Tra le attività si segnala la manifestazione “Tipica” che verrà ospitata prossimamente al suo interno .”  

L’Amministrazione comunale – termina l’assessore sotterrando l’ascia di guerra – “è dalla parte delle associazioni di categoria ed è con loro per portare avanti ogni progettualità, confidando nella reciprocità”.

 

 

 

 


 

Potrebbe interessarti

  • Detenzione di armi, obblighi e scadenze della nuova legge: cosa si deve fare

  • Forno a microonde, i vantaggi e rischi per la salute: tutto quello che devi sapere

  • La nave extralusso con vista sugli abissi: “Le Bougainville” attesa in porto

  • Pulire vetri, specchi e infissi: i trucchi (a costo zero) per non lasciare macchie e aloni

I più letti della settimana

  • Incidente in bici e fuga dall'ospedale, Sergio camminava in strada quando è stato travolto

  • Spranga di ferro in faccia, una frustata micidiale: operaio in prognosi riservata

  • Tragedia in vacanza, bambina muore ad appena sei mesi

  • Trovato un cadavere sul ciglio della strada, ipotesi investimento

  • La moglie non lo vede rientrare, marito trovato morto a casa di un amico

  • La gita al lago finisce in tragedia, moto contro camion: Luca è morto sul colpo

Torna su
AnconaToday è in caricamento