Riordino territoriale, Mangialardi (Anci marche): «Bene l'approvazione della pdl regionale»

L'approvazione della proposta di legge sul riordino territoriale è salutata con favore da Anci Marche

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

L'approvazione della proposta di legge sul riordino territoriale è salutata con favore da Anci Marche che, anche in seno al proprio consiglio direttivo, ha raccolto le diverse anime e posizioni fino a trovare una sintesi. «C'è grande fermento intorno a questo tema e bene ha fatto il consiglio regionale a mettere ordine, perché le possibili fusioni non sfuggano ad una logica di progettualità ampia uscendo dalla dimensione del singolo caso particolare». Così Maurizio Mangialardi, presidente di Anci Marche, ha commentato l'adeguamento della legge Delrio approvato dalla maggioranaza dei consiglieri. «La stagione di riforme nel riassetto delle funzioni istituzionali è indispensabile a patto che rientri in un percorso condiviso e più ampio che riguardi non solo i comuni. Finalmente il consiglio regionale ha definito un metodo».

«Oggi – ha concluso Mangialardi - il governatore della Toscana Enrico Rossi ha parlato anche di revisione delle regioni, auspicando un'Italia di mezzo che comprenda Marche, Umbria e Toscana. Anche su questo chiediamo una fase di discussione e condivisione senza incontrollabili derive in avanti che sviliscano il dialogo istituzionale».

Torna su
AnconaToday è in caricamento